Feed RSS

Archivi tag: Buon Anno

Bye bye 2017,welcome 2018!

Caro 2017,

oggi ci salutiamo e siccome leggo che tanti ti salutano con un calcio nel sedere perché sei stato severo con loro, io vorrei spezzare una lancia a tuo favore. Sei un anno che ricorderò per sempre, perché sei l’anno che mi ha donato Ricky, che ora dorme qui accanto ubriaco di latte. L’anno in cui l’ho portato con amore e in cui mi sono quasi spezzata in due per darlo alla luce. Sei l’anno che si è portato via Bubu, che non abbiamo avuto nemmeno il tempo di piangere. Ma conoscendo Bubu non avrebbe voluto che piangessimo troppo. Sei l’anno in cui finalmente ho piantato il seme per il mio sogno che non dico per scaramanzia e in cui per la prima volta le cose mi sono sembrate muoversi in direzione giusta. Insomma, 2017 sei stato un anno di emozioni. Ti saluto con gratitudine e un briciolo di malinconia. E ora veniamo a te, 2018. Cosa si può dire al futuro, di cui non si sa nulla? Non ti dirò di andarci piano. Anzi. Spero tu sia intenso. Spero tu sia buono. Spero tu sia vivace. Spero tu porti salute e abbondanza. Ti stringo la mano, sperando non sia una mano fredda e moscia. 2018 sii gentile con noi. Ci saranno cambiamenti, già lo so. Fai che li accettiamo con la giusta disposizione d’animo. Sii divertente, anche. Abbiamo bisogno di ridere un po’. Non ti chiedo nient’altro. Ma ti ringrazio del tuo arrivo, in anticipo, caro 2018. Vedi di non deludermi!vortice.jpg

Alcune cose che ho imparato finora.

Sia chiaro che non ho nulla da insegnare a nessuno e che tutto questo lo dico a me stessa. Ma, chissà, forse da queste piccole banalità (perché tali sono lo so. Oh, ma quanto è difficile metterle in pratica davvero queste banalità) si genererà quel seme di cui tutti abbiamo più bisogno.

Per me, per te.

1. Prima di parlare, pensa. Ma non a quanto sei bravo e bello e giusto. Ragiona su ciò che ti sta uscendo dalla bocca. Chiediti che scopo ha. Parlerai meno, parlerai meglio.
2. Bene-dici. Nel senso di dire il Bene. Se pensi qualcosa di buono di qualcuno o qualcosa dillo. Siamo così abituati ad offenderci da essere diventati timorosi di parlarci con gentilezza.
3. Ignora chi ti provoca. Chi lo fa costantemente è in cerca di attenzioni che non merita.
4. Il mondo si può cambiare. Un gesto di gentilezza alla volta. Forse non puoi cambiare il destino universale, ma se puoi aiutare qualcuno fallo. È un’onda che si espande.
5. Il cinismo a tutti i costi non ti rende più intelligente. Nemmeno l’ottimismo a tutti i costi. Ma visto dove ci porta il cinismo, proverei a cambiare verso.
6. La ricchezza maggiore è il tempo. Spendilo con cura.
7. Gioisci dei risultati positivi, grandi o piccoli che siano.
8. Prenditi cura di te stesso/a.
9. Dì a tutti quelli che ami quanto li ami ma soprattutto dimostraglielo ogni volta che puoi.
10. Non temere il potere dell’immaginazione e delle intuizioni: spesso è nei sogni che mostriamo il nostro vero io.

 

A un 2017 di Amore e di Vita.

Telegramma.

Non sono sparita, non mi hanno rapita gli alieni, nessun vortice mi ha inghiottita, tranquilli! Questo per rassicurare tutti.

Sono stata in vacanza e appena potrò posterò il resoconto. Tutto qua.

E per ora, in ritardissimo, i miei migliori auguri per un 2013 di felicità pazzesca.

oasi nel deserto