Feed RSS

365 (100% spoiler)

Per la prima volta scrivo l’articolo DURANTE la visione dell’opera. L’altezza morale è tale e tanta che sono certa meriti la diretta.

Mi hanno convinta a scendere negli abissi della zozzeria e a guardare 365 Giorni, una cosa che Netflix ha deciso di pubblicare per stuzzicare i bollenti spiriti.

Già sapete che è una storia astrusa su un mafioso italiano e bonazzo che sequestra una ragazza polacca che ha sognato mentre era in semi coma dopo un attentato e le pone la condizione di stare con lui 365 giorni senza violentarla per darle la possibilità di innamorarsi. Che culo.

Insomma, una base abbastanza harmony.

La recitazione è un gradino al di sopra dei Muppets. Lui e lei sono due bei ragazzi eh. Ma gente, vi sto scrivendo DURANTE il film, perché siamo davvero al di là del brutto.

Magari non sto seguendo tanto attentamente eh, ma è iniziato da mezz’ora e vorrei avere davanti l’autore/autrice della sceneggiatura e chiedere perché ci ha voluto tanto male.

A lui schioppano il padre davanti agli occhi nei primi cinque secondi, poco dopo averci fatto sapere che sono mafiosi buoni perché non trattano con pedofili e sfruttatori di prostitute. Je vojamo già bene, anche se poi scopriamo che legano laggente a una mola e l’affogano in piscina.

Poi c’è una scena messa lì così, in cui si vede che Lei è infelice col fidanzato imbecilloide e si soddisfa da sola, mentre lui si soddisfa con una hostess. E se vede anche un quartino dde vitello eh. È proprio una scena vicina vicina al porno, in cui però lui sembra che stia pulendo un’orata piuttosto che provare piacere.

Poi lei viene rapita e da lì è tutto un susseguirsi di ‘lasciami andare, kaz…’, ‘ non sai cosa ti perdi’, ‘io sono un cattivone’…

Va be’ per farla breve, lei capisce che è meglio stare sti 365 giorni con sto figonzo che nel frattempo ovviamente la inonda di vestiti fighi perché è mafioso e riccone. Poi una serie di scene sempre soft porno in cui lui le promette che la aprirà come una mela prendendola per il collo, le dà qualche stoccacciata qua e là ma “gnente oh”. Lei non glielo chiede, nemmeno quando lui la lega al letto e le fa vedere cosa si perde con un’altra. A me non sembra si perda molto…che devo dire, sarà una mia deformazione, ma sto abisso di perverziooone a me fa tanto tristezza, specie se lui la fissa con l’aria di un bovino che guarda passare il treno.

Adesso Lei (ho scoperto che si chiama Laura) ha evidentemente deciso di stare al gioco e provocarlo ed infatti si veste un po’ da zozza per andare insieme in un locale e lui ripete la promessa di fare all’amore in tutti i luoghi e in tutti i laghi ma in modo meno fine. E per ora la risposta è Contace!!! E Laura fa la simpatica con altri avventori di modo che Lui (che invece non ho capito bene come si chiama) si ingelosisca. E naturalmente…ZAC tentativo di stupro da cui Lui la salva pistola alla mano.

Nel frattempo scopriamo che Coso è fidanzato con una certa Anna e che per Laura sta mettendo a repentaglio la storica alleanza tra famigghie.

A causa di quanto avvenuto al locale, Coso e Laura Litigano, lui le dà della zoccola e lei dopo una dozzina di vaffanculi casca dallo yacht (sì stavano sullo yacht). Di testa proprio. E lui la ri-salva. Sempre con la faccia da bovino le dice che non la vuole perdere. Santo cielo, ho le budella aggrovigliate. Forse sta volta ce la fa…ce la fa…ce la fa!!! Anche qui siamo un’inquadratura al di sopra del porno. Aho’ si chiama 365 giorni, potevano chiamarlo ad occhio e croce “Na settimana scarsa”.

Va be’ oh ragazzi, sono felice per voi. Al momento Coso la sta rigirando come un calzino, ma ha sempre un po’ l’aria di togliere le lische da un filetto.

I due stanno zompando da tipo cinque minuti di pellicola in tutti gli angoli dello yacht. Oh, finalmente hanno finito. Ora lui la informa che per la serata è previsto un ballo e per l’occasione vanno da due stilisti clamorosamente Dolci e Gabbane a farsi fare il vestito su misura in mezz’ora. (Non chiedetemi come hanno fatto a scendere così presto dalla barca). Ballo tipo tango, molto secsi, che dura un altro quarto d’ora, ma ahimé si avvicina una pericolosa donna in bianco. Colpo di scena! È Anna, la ex fidanzata, che tanto per gradire minaccia Laura di morte. Coso l’ha lasciata subbito eh, ma sta cosa non fa piacere alla polacchina. Secondo me ci vuole un altro po’ di zomping…così per rassicurare. Ed eccoci qua, sono una veggente.

Ecco, Lui la rispedisce in Polonia in un bell’appartamentino dove promette di raggiungerla. E le dice pure che la ama. Laura si lascia condurre all’aeroporto non esattamente entusiasta, ma nel mentre lo Scagnozzo Domenico la abbandona ingiungendole di aspettare a Varsavia e tutti noi capiamo che è successo qualcosa di brutto anche perché Coso non si fa trovare al telefono. Azz, proprio ora che lei si è innamorata. Segue racconto melenso all’amyka del cuore, con descrizione di Coso che nemmeno a sedici anni, con la ciliegina sulla torta della descrizione del reale augello. Ohimemeo.

Per fortuna esistono le migliori amiche. Quella di Laura la porta alla sauna e dal parrucchiere dove la nostra si rifa il look (ora è bionda) e poi le due vanno a fare quattro salti in discoteca. Peccato che l’amica la lasci sola per seguire un tizio e chi riappare? L’ex fidanzato imbecilloide che si giustifica per averla tradita. Il tutto si sta svolgendo in polacco. L’imbecilloide la rivuole ma Laura non ce sta e ovviamente lui insiste TROPPO. La stalkera fino a casa, dove hopla’ appare Coso già seduto in poltrona, come parte del mobilio. Insulti assortiti per averla fatta soffrire e poi si fa la pace, indoviniamo come. Sto cominciando a chiedermi quanto duri ancora sta giulebbe. Per barrare tutte le caselline del repertorio la zompata di adesso è contro la finestra dell’appartamento di lei. Oddio, io in sti casi penso sempre “piano che si spacca il vetroooh”.

Oh, lui è pieno di lividi. Ma non glieli ha fatti lei. Come li vede, le parte la Crocerozzina Polakka: gli confessa che lo ama. Reazione di lui: Ole’. Ci pensa la nuttata e poi le chiede di sposarlo. Risposta di lei (cit!):” Oh cazzo!”

Segue scena di shopping immagino prematrimoniale. Che credo serva a mettere in mostra il bel sedere di lei. SVELTINA IN CAMERINO E MATRIMONIO ALTRUI. Ora lui deve a dire ai genitori di lei che è un mafioso E I VECCHI LA PRENDONO BENISSIMO PERCHÉ C’HA CHIARAMENTE I SOLDI. Si susseguono scene di vita da ricconi più o meno tranquilla. Lei avverte un po’ di malessere. Si scopre che il matrimonio sarà blindato e solo la migliore amica di Laura potrà intervenire (ma come? Niente mamma e papà?). L’amica di Laura si chiama Olga e da lei scopriamo che la nostra eroina è incinta ma Coso non lo sa.

Nel frattempo uno scagnozzo scopre che c’è un piano per uccidere Laura. Ma non possono avvertire Coso perché lui è sempre al telefono. E quando riescono ad avvisarlo…no, dai. È finito. Così, de botto. A cazzo di cane (cit. Boris). Lei ha avuto un incidente in galleria.

E fine, titoli. Cioè, immagino faranno un seguito, ahimé. Ma santo cielo nemmeno le 50 sfumature raggiungevano questa pochezza. È stato un film così brutto e così mal girato che mi è stato simpatico. Finalmente ora mi ricordo che Lui si chiama Massimo. E con il ricordo della citazione top del film in cui si dice che Coso ha ” il fisico disegnato da Dio, ma l’augello disegnato dal Diavolo” non so davvero se riuscirò a dormire.

PS rileggendomi, riconosco di sembrare un po’ ubriaca, ma rassicuro tutti che sono scema al naturale. E felice di esserlo, come mi ha scritto un amorevole fan.

Pps: A ridatece Gianfigo e la telenovela turca!!!

Dai, almeno sono bellocci. Ma anche loro un po’ sfigati con il tempo atmos

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: