Feed RSS

Uno di quei giorni

Ci sono dei giorni in cui ho una sensazione brutta che mi assale.

Ma come – direte – e tutta sta felicità sbandierata dove finisce? Sotto il tappeto?

Ma no, ma no. Vi ho sempre detto che tutti gli esseri umani hanno i loro giorni “no”. Nel mio caso si tratta di qualche ora, di solito, poi mi riprendo. Per questo mi vanto di essere mediamente felice.

Ma non sono qui a parlare di statistica. Oggi sono qui a parlare di uno di quei giorni in cui mi assale il senso di inconcludenza.

Già la parola fa schifo.

Sono quei giorni in cui non riesci a fare una beata mazza di quello che ti eri prefissata. Sul web e fuori, abbondano anche i consiglieri (qualche volta a pagamento) per sconfiggere questa brutta bestia.

L’inconcludenza può assalire all’improvviso: ti svegli presto per – chessò -andare a fare le analisi del sangue e ti rigiri nel letto finché è troppo tardi. Tanto per fare un esempio. Personale. Tipo che l’ho fatto oggi.

Ma può avere anche risvolti più gravi! Tipo: “Voglio scrivere un libro” dico, da circa trent’anni.

“Voglio studiare di più il giapponese!” dico, da circa 15 anni.

“Voglio, voglio, voglio…” e poi sono qua a lamentarmi con voi sul blog. Perché mi domandavo…a voi prende mai questa assurda pigrizia che vi fa procrastinare e rimandare e pensarci dopo e…? E se sì, deriva dalla sola pigrizia, da un problema mentale della sottoscritta, dalla paura di esporsi (anche se questa non la direi, dato che mi espongo tranquillamente qui, per esempio), dai ritmi della quotidianità che stritolano? Insomma, me la date una giustificazione così mi sento meglio?

Poi, a pensarci bene, solo il fatto di scriverlo e condividerlo mi fa sentire già meglio.

PS: in questo periodo sto dando la colpa di TUTTO agli ormoni ballerini. Figata. Peccato che potrò farlo ancora per poco!!! 😀

»

  1. Certo chemi capita, soprattutto quando devo fare qualcosa che non mi piace tipo stirare. Mi alzo presto ( tipo le 5.30) mi faccio il caffè e poi… invece che mettermi subito a stirare guardo un po’ fb, il giochino, ma quella cosa l’ho fatta?!… ed ecco che sono le 6.45 e mi devo preparare per andare al lavora, svegliare i bimbi etc etc.
    I panni si accumulano sempre di più e io dopo due o tre volte che.ci provo risposto la.sveglia alle 6.15 e mi rassegno a stirare quando sarò in ferie… forse 😉
    Comunque spesso dipende anche dal caldo che ci “affloscia” enon ti dà lo slancio per fare quello che dovresti, altro peovlema ( per me ) è avere troppo tempo. Di solito ho i minuti contati e corro continuamente a destra e a manca. Quando ho tutto il tempo di fare qualcosa mi perdo fino a che non è tardi e devo ricominciare a fare le corse 😅😅😅

    Rispondi
  2. Scusate ho scritto di fretta e si vede 😂😂😂

    Rispondi
  3. Capitano, l’importante è reagire e riprendersi, sempre

    Rispondi
  4. Certo che capitano questi giorni… è una sensazione fastidiosa, vorresti fare e poi… fai altro! Per me, anche stamattina per esempio, ma mi sa che questo ti consola fino ad un certo punto, no? Dai, ridiamoci su e intanto il tempo passa!
    Ciao
    Cristina

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: