Feed RSS

Quelle cose che realizzi all’improvviso.(E Pensiero Felice 161!)

Beh, volevo condividere con voi una cosa piccola. Così piccola che forse molti di voi non capiranno perché ho gli occhi lucidi mentre scrivo.

Beh, come ormai saprete, io ho studiato giapponese. Il maggior motore che mi ha spinta verso questa lingua è stata la mia passione per gli anime e in particolare per “Saint Seiya” e “Versailles no bara”, da noi conosciuti come “I cavalieri dello zodiaco” e “Lady Oscar”.

Ho fatto fatica, sul Giapponese.

E non ci ho mai lavorato.

Per questo, già mi pareva molto bello aver messo su con le mie sole forze il mio piccolo corso UISP.

Non si contano, però, le volte in cui mi sono sentita di aver sprecato le mie conoscenze, dato che non vivo di ciò che ho studiato. Qualcuno si è anche permesso di giudicare il mio corso di studi come fallimentare, visto che non mi era mai servito.

Beh, io ho da tanti anni un amico che lavora con il Giappone e questo amico è Marco Albiero, che oltre ad essere un bravissimo disegnatore è anche una delle persone che mi ha sempre incoraggiata a buttarmi e a non avere vergogna con quello che so.

E, insomma, è un po’ che traduco per lui amichevolmente la sua corrispondenza da e per gli amici giapponesi. Lo faccio senza compenso, sia ben chiaro, perché mi va e quando posso, senza alcuna pressione.

Oggi mi ha passato una lettera deliziosa, che sono riuscita a tradurre in pochi minuti.

Il fatto è che quella lettera, assieme ad una cartolina raffigurante Shun di Andromeda, viene dalla maestra Michi Himeno, la più stretta collaboratrice del grande e compianto Shingo Araki, nonché coautrice del character design dei Cavalieri e di Lady Oscar.

All’improvviso ho realizzato che sono “arrivata” a tradurre un testo di Michi Himeno. Che poi è praticamente il motivo che mi ha spinta a iniziare. Cioè…ce l’ho fatta!

Il fatto è che questo mi è successo senza che io lo cercassi, portato dall’amicizia e anche dal mio impegno.

Non per soldi.

Non per “la gloria”.

Senza alcuno stress. Mai.

E all’improvviso mi sono sentita come se tutte le volte che mi hanno detto “Ma allora hai sbagliato strada!”  fossero evaporate.

No no, non ho sbagliato strada proprio per niente. So il Giapponese ed ho tradotto Michi Himeno sensei.

TIE’.

Grazie, Marco. Tu sai perché.

Grazie, Marco. Tu sai perché.

»

  1. L’ha ribloggato su Corsi di Giapponese per Tutti!e ha commentato:

    A proposito, quando mi chiederanno “Perché studiare giapponese?” potrei dire anche questo…

    Rispondi
  2. Grazie di aver condiviso questa cosa con i tuoi lettori!
    Spero di poter dire lo stesso, presto o tardi: non ho sbagliato tutto!

    Rispondi
  3. Un po’ come quando mi dissero, cosa vai a far la parrucchiera studia, (come se farla come la faccio io e molti altri, voglia dire non studiare, come se inciampare su come e perché si verifichino anomalie, cosa siano i puli tortura, cosa sia la tricolessi nodosa, inciampare e dare testate alle formule chimiche come quella del tioglicolato di ammonio, non sia studiare) un lavoro non pagato, ti sfianca, fai la serva a chi ha i soldi (si mi è stato detto anche questo…. Ma un giorno, ti ritrovi su una passerella nazionale con fari puntati (meglio non vedevo la platea) , ti ritrovi a lavorare nel “così fanno tutte” di Mozart con un regista di opere internazionali, in un stupendo castello medioevale, ti arriva la telefonata per andare a pettinare modelle alla settimana della moda a Milano, beh, sapendo che vuol dire, non solo ce l’hai fatta, puoi anche a testa alta sbugiardare e sbeffeggiare a destra e a manca coloro che ti dissero, ma che fai?… Solo che alle volte questo arriva anche dalla tua famiglia, all’inizio ti cascano le braccia, non hai neanche la forza di sbeffeggiare…. E bastano i piccoli traguardi (per alcuni) Immensi sogni (per altri) …. A ripagarti di tutto…

    Rispondi
  4. Cara Zitella Felice, io conosco solo una frase in giapponese, ma racchiude l’essenza dell’universo; è quella del mantra buddista: nam myho renghe kyo. La legge universale non poteva che essere scritta in questa lingua. Chi si avvicina al giapponese è sempre un po’ magico e un po’ spirituale! Complimenti per il tuo blog!

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: