Feed RSS

E sia il 25 Novembre. Peccato che poi.

E sia il 25 Novembre. Tutti col capo chino per cinque minuti, a riflettere, sulle istanze che quelle rompicoglioni delle nazifemministe brutte e cattive provano a farvi ingoiare tutto l’anno. Maledette stronze.

Ma, il 25 Novembre, le istituzioni riflettano! Il governo rifletta! Gli organi di partito riflettano! Certe ingiustizie non devono più accadere!

Peccato che poi se si domanda di eleggere una ministra per le pari opportunità, ti dicono che non è “urgente”.

Non è “urgente” in un paese in cui una donna viene ammazzata in quanto “proprietà privata” all’incirca ogni due giorni.

Peccato che poi ti ridono dietro se chiedi di chiamarla ministrA. Con la A. Perché la lingua italiana lo prevede, ma i ruoli di rilievo no. Le donne se ci arrivano, ci devono arrivare sulle ginocchia. D’altronde è ampiamente dimostrato dal nostro parlamento, che  è composto da finissime intelligenze maschili. Così fini che stanno su twitter tutto il giorno a scrivere cagate guerrafondaie e nessuno li bacchetta. Loro sì che hanno capito tutto.

Ma dicevamo? Ah sì, si celebri con mestizia il 25 Novembre! Si contino le paia di scarpe rosse che la bontà delle attiviste dei centri antiviolenza mette in fila, sperando di colpire.

Peccato che poi, quando una donna dopo vent’anni di martirio decide di denunciare il marito che ogni giorno le fa subire l’inferno, la risposta è “Signora mia però anche lei…se ha sopportato tanto vuol dire che un po’ pensava di meritarsela”.

Peccato che poi se vai a denunciare tra mille paure, ti chiedono ti tornare dall’orco “per il bene dei figli”. Ché se molli tu, la Santa Famiglia Tradizionale dove va?

Peccato che poi se dici che ti hanno aggredita in sei, la troia sei tu che sei uscita con loro e il processo non lo fanno a loro, ma lo fanno a te.

W il 25 Novembre! W le file di padri di famiglia, mariti e fidanzati, ma anche single – perché non sta nell’infedeltà il problema – che affollano quella strada dove stanno le Nigeriane…ché farlo con una donna che è lì e non può scappare se no la ammazzano è davvero eccitante!

Per il 25 Novembre voi dove andate? Ad un convegno sulle donne e lavoro a cui intervengono solo uomini, o a una bella Messa dove si sottolinea quanto sia sbagliata la violenza su una donna…quando questa è vergine, oppure madre…ché se è una puttana drogata, oppure si veste in modo provocante, oppure non sa cucinare il pollo arrosto – Dio Mio  dove siamo arrivati? – Che ha da lamentarsi se la picchiano?

Il 25 Novembre è il 25 Novembre in tutto il mondo, perciò dai, versiamo insieme la lacrimuccia per le schiave del sesso dell’ISIS (che noi invece le nigeriane le trattiamo meglio, diamo loro 25 euro a botta, kazzo!), per le bambine che vengono fatte prostituire in Sud America, in India, in Indocina e più in generale nei paesi dove la fame regna e quello è l’unico mezzo che hanno. Volete fare un brindisi anche al fatto che gli italiani siano i primi in classifica anche nel turismo sessuale che coinvolge le minorenni? Perché lì siamo, in cima al mondo. Ah, che soddisfazione.

Il 25 Novembre ci saranno marce e manifestazioni a cui parteciperanno, quasi sempre, solo donne, che parlano a se stesse di ciò che già sanno. Esattamente come alle marce per richiedere la sovranità sul proprio corpo che, almeno fino all’ultima volta che ho guardato, era un diritto inalienabile della persona. Ma è davvero così? Provate ad andare a chiedere la pillola del giorno dopo, poi ne riparliamo.

Va be’, io sono ottimista. Il 25 Novembre è poco o nulla, ma mi dà sempre uno scopo: arrivare al 25 Novembre successivo ed ascoltare cosa è stato detto di nuovo. Per questo,anche domani, ascolterò soltanto. Con speranza e disincanto. Ma ancora con la voglia di ascoltare, il che è già qualcosa.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: