Feed RSS

Incredibilmente, un post di lagne.

Perdonatemi se in questo post passerò dal serio al faceto, da qualcosa di terribile a qualcosa di…meno terribile. Vorrei scrivere un sacco di cose, solo che – davvero – non ne ho il tempo materiale (il che è un bene), dato che sono assorbita dalla vita fuori dalla rete.

Alcuni spunti su quanto ci ha offerto il web negli ultimi tempi: avrei potuto tacere, ma tacere potrebbe significare approvare e allora no, certe cose vanno dette ad alta voce.

1. Giorni fa parlavo di quanto mi avesse stancata il cinismo gratuito. Ebbene, pochissimo tempo dopo, mi sono trovata a leggere commenti festanti – ripeto, festanti – in merito alla morte di una bambina rom – ripeto, rom – di due anni. Ripeto, DUE ANNI.

Mi si è attorcigliato lo stomaco. Io non posso credere che ci sia davvero questo mostro che sta divorando l’Italia. Ma, se c’è, credo che chi lo alimenta dovrebbe andare in esilio, non certo sedere in parlamento o alla comoda scrivania di un direttore di giornale.

Mi fate schifo. MI. FATE. SCHIFO.

2. Poche ore dopo, mi viene detto che un tizio dalla faccia pulita aspettava l’autobus, ma poi si è deciso per un tassì. E, già che c’era, si è fatto portare in una zona isolata dove ha picchiato, stuprato e rapinato la tassista, per poi andarsene bel bello. Trovato dagli inquirenti, si è barricato dietro il fatto che sia stato un RAPTUS.

E giù i giornali a dire quanto è carino, quanto è poverino, quanto sua mamma ci fa pena.

Ancora i giornali a sostenere che lo stupro sia un rapporto sessuale a tutti gli effetti. Ancora tutti a chiedersi che bisogno aveva – il poverino, così carino – di stuprare una donna, con tutte quelle zozze che te la danno aggratisse al giorno d’oggi.

Schifo doppio. Anzi triplo.

3. Poi Michelle Hunziker va in tv a dire che con la sua associazione Doppia Difesa (che mi sembrava una cosa così buona, accidenti!) ha presentato una proposta di legge per punire quei genitori che alienano i figli dal coniuge con cui si stanno separando, dando credito all’ormai arcinota PAS (Sindrome di alienazione genitoriale) che – è bene ricordarlo – è un’ INVENZIONE. Ormai sono anni che abbiamo dimostrato (e la comunità scientifica ci dà ragione) che tale sindrome non esiste e che viene usata troppo spesso per costringere donne e bambini a mantenere i rapporti con uomini attori di violenza nei loro confronti.  Ma davvero IO BOH! Schifo quadruplo.

 

4. E infine qualcosa di totalmente avulso dalla realtà e per fortuna non drammatico, ma almeno fatemi chiudere con una lagna per burla: no, dico, ma avete visto che ciofecata il film di Jem & The Holograms che ci era stato largamente strombazzato come Live Action della serie che avevamo tanto amato?

Ieri è uscito il trailer e la mia immediata reazione, di solito molto più blanda perché cerco di attendere il prodotto finito, è stata una cosa alla Linda Blair nell’Esorcista: vomitata a spruzzo e poi camminata a testa in giù per le scale, tanto per sfogarmi.

Il lato oscuro dei cresciuti negli anni 80: ci hanno preso per tacchini da ingozzare con prodotti SCADENTI, nominandoli con titoli che abbiamo amato tanto, nella speranza di spillarci soldi. Davvero, mobbasta. Saremo Nerd, ma non siamo Merd. Ovvero, non siamo scemi da trattare a pesci in faccia. Non mi puoi fare Jem & The Holograms senza orecchini che generano ologrammi, senza punk rock, senza Misfits. Non mi puoi annunciare trionfalmente: “Dal regista di Justin Bieber…”.

No, basta.

Ignorerò totalmente il prodotto. E speriamo che sia un flop pazzesco.

La devono capire.

Forse avete trovato pessimo, da parte mia, aver mischiato un fatto come questo ad altri tanto seri. Non vorrei che passasse il messaggio che per me abbiano la stessa importanza. Solo che un po’ di leggerezza, persino nel mugugno (ommmioddio, ho fatto un post di lagne, predico bene e razzolo maleeee!), ci vuole se no viene da fare harakiri…

E poi vorrei fare un appello: a tutte le persone – non dico intelligenti, non dico stra-positive…ma NORMALI: vi prego, vi prego fatevi vive. Fatevi sentire, sui social e fuori. Forse non avete molto tempo, perché giustamente lavorate, fate volontariato, siete impegnati su più fronti. Ma, vi prego, non fateci credere che il mondo sia preda di QUESTI QUA. Vi aspetto!

 

 

»

  1. Spesso mi abbatto, mi dico che non ha senso repilicare a simili individui, discutere con loro. Sono talmente aberranti con la loro ignoranza, i loro pregiudizi, la loro mancanza di empatia… Poi però penso che se tutte le persone con un minimo di umanità e di decenza stanno zitti, la loro sarà l’unica voce che verrà ascoltata.
    Allora mi sforzo di rispondere e di dire la mia. Non perché mi illuda che possa cambiare qualcosa in loro, ma perché magari qualcuno che la pensa come me, leggendo le mie parole, potrebbe sentirsi meno solo.

    Rispondi
    • Infatti secondo me il problema è che molte persone normali decidono (da un lato giustamente) di non perdere tempo con animali così. Però è sconfortante, perché in questo modo sembrano davvero una maggioranza.

      Rispondi
  2. io una volta stavo zitta…dicevo appunto, inutile perdere tempo con certi elementi….
    ma ho cambiato idea…adesso gliele dico in faccia. e che cavolo!

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: