Feed RSS

E ti pareva.

Non è una sorpresa: pochi giorni fa la democratica Hillary Clinton ha annunciato la sua candidatura alla Casa Bianca.

Non so se era parso anche a voi, ma che questa non fosse una “First Lady” che si sarebbe accontentata di essere l’ombra del marito, si era visto fin dalla presidenza di Bill e dallo scandalo (superato con una forza che solo lei può sapere) della stagista.

Laddove si pensava che ne sarebbe uscita con le ossa rotte, Hillary si è presa un rivincita politica pazzesca. Benché sconfitta alle primarie da Obama, nel 2008, è diventata segretario di stato per questo governo.

E ce ne sarebbe da dire…!!!

Però, e qui mi rifaccio al titolo, secondo voi si sente da qualche parte una critica motivata all’operato politico della Clinton? Se sì, forse, è negli ambienti che io non frequento. Tutto ciò che è capitato sotto gli occhi a me è una botta di “nonna”, prima dal sito  di RaiNews:

hillary

 

poi dai politici nostrani…(anche se siamo abituati ormai a farci passare da un orecchio all’altro ciò che dicono i leghisti).

Ecco, dato che non sono un’esperta di politica, vorrei portare la vostra attenzione sul fatto che nessun politico maschio avrebbe mai avuto un titolo del genere. La cosa della “nonna” può essere ambivalente: da un lato, certo, c’è il fattore positivo dell’unità familiare, che in un’America piuttosto sensibile a questi temi può risultare carta vincente. Ma dall’altro c’è un inevitabile riferimento alla vecchiaia. Hillary, in quanto sessantasettenne, è fuori dal mercato della sessualizzazione o, se la si volesse vedere ancora dentro, non avrebbe partita con l’oceano di conigliette ventenni che rappresentano l’immaginario dell’americano medio. E in quanto “non scopabile”, Hillary è un personaggio scomodo. Pensate che si candida alla posizione più importante del mondo! E senza passare per nessun letto!!! Inaudito.

Quasi quasi mi scandalizzo anch’io.

Quello che volevo sottolineare, è il semplice fatto che nessun candidato maschio sarebbe mai stato presentato alla corsa alla casa bianca con una qualifica “familiare”. Ne’ con una simile enfasi sull’età e sulle rughe.

Hillary ha detto: “L’America ha bisogno di un campione. Io voglio essere quel campione.” Il campione che va in “battaglia”, non la damigella che guarda dall’alto e aspetta di essere salvata.

Chissà se l’America glielo permetterà.

»

  1. Anche Mattarella è nonno. ma non mi ricordo che questo aspetto della sua vita privata sia stato citato quando è diventato Presidente della Repubblica…

    Rispondi
  2. ma per l’appunto, è puro maschilismo per me: chi se ne frega se è nonna, è una politica critichiamola per quello

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: