Feed RSS

Saving Mr. Banks, di John Lee Hancock

Ho visto questo film durante il volo di andata verso la Giamaica e da tempo aspettavo di riuscire a recensirlo qui sul blog.

“Saving Mr. Banks” è uscito nel 2013 senza troppo clamore, per raccontare una storia piccola…che tanto piccola non è. Si parla infatti, in modo romanzato, di come Walt Disney riuscì ad ottenere i diritti di Pamela L. Travers per poter trasporre cinematograficamente il suo romanzo: “Mary Poppins” che ad oggi noi conosciamo come uno dei film più famosi della casa di produzione di Topolino.

Nella realtà, quando Travers raggiunse Disney in America aveva già concesso i diritti perciò sembra che questa trattativa (lunga vent’anni!) si sia svolta prima. Il film, però, concentra gli sforzi nel periodo in cui la scrittrice britannica fu invitata in California e parte dal presupposto che ella dovesse ancora dettare le proprie condizioni.

Tom Hanks, nei panni di Walt Disney, è chiamato ad interpretare un uomo realizzato e, tutto sommato, felice. Il suo impero va a gonfie vele, un luogo di lavoro dove la fantasia ed il talento regnano sovrani. Quasi troppo bello ed insopportabilmente zuccheroso per sembrare vero a Pamela, che per anni ha portato con sé un dolore mai sopito e il cui romanzo per ragazzi non è che un tentativo per venire a patti con questo.

Disney vede delle enormi potenzialità per Mary Poppins, Pamela inorridisce all’idea che la sua opera venga trattata come uno stupido musical. Lo scontro tra i due è inevitabile. E ci vuole tutta la pazienza e l’attenzione del papà di Topolino per portare alla luce il segreto di Pamela Travers, che cederà i diritti solo quando sarà sicura che l’opera venga pienamente compresa nel suo intento.

E qual è questo misterioso intento?

Quello del titolo, salvare il signor Banks, che all’inizio di Mary Poppins è un padre assente ed egoista, concentrato solo sul proprio lavoro. Attraverso i flashback, conosciamo l’infanzia di Pamela Travers in australia, dove viveva con la madre, i fratelli più piccoli e un padre adorato ma afflitto dal problema dell’alcool.

La malattia e la morte del padre segnano Pamela bambina al punto da renderla cinica e dura con quella parte di sé che non vuole più ricordare. E’ solo quando Disney capisce che Mary non va a salvare i bambini, ma va a risollevare la figura di quel padre terribile che è Mr Banks, che ottiene il permesso di girare il suo film, con pinguini canterini e tutto.

Questa pellicola mi è piaciuta per più motivi: prima di tutto per l’interpretazione intensa di Emma Thompson, che asfalta Tom Hanks con i suoi modi davvero spicci e le sue puntigliosità. Bellissima la scena in cui la scrittrice viene introdotta in una stanza d’albergo strapiena di pupazzi disney e li chiude tutti nell’armadio, esasperata.

Delicatissima, poi, è la descrizione del rapporto tra Pamela e il padre, interpretato da Colin Farrell. Si tocca con mano tutto l’amore di una bambina che si fa disperazione per la perdita dopo uno stillicidio di speranze mal riposte. E si piange e ride insieme, quando una Pamela adulta torna per un istante bambina, capace di sognare, su una semplice giostra di cavalli.

Ed è davvero catartico abbandonarsi con lei al successo tributato al film che poi Mary Poppins è diventato, sulle note di “Che gran gioia andar, là sulla terra e il mar…” quando il signor Banks capisce che l’amore dei suoi figli è l’unica cosa che conta.

Se non l’avete visto al cinema recuperatelo: questo film vi toccherà corde che forse credete dimenticate. Decisamente consigliato, anche per rivivere la genesi di un film che ha segnato l’infanzia di molti di noi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: