Feed RSS

La poesia in un supermercato

E niente, oggi era una di quelle giornate iniziate un po’ così, tra vari nervosismi. Avevo battibeccato con Lui per un’incomprensione, avevo mangiato poco a colazione e il pensiero della cassa integrazione si era fatto un po’ pesante…per di più avevo da fare diverse commissioni che si prospettavano moooolto noiose.

Invece…

1. Sono andata a fare le mie commissioni e in poco meno di mezz’ora ho sbrigato TUTTO quello che mi serviva per oggi (ho persino trovato parcheggio DAVANTI all’ufficio in cui dovevo andare!) ed ho conosciuto due persone molto simpatiche mentre aspettavo.

2. Visto che mi avanzava tempo sono andata a fare la spesa. Ora, io forse sono un po’ particolare perché molti vedono nel supermercato una fonte di stress, o una palla mortale, o la vittoria del grande sul piccolo e quindi un’ingiustizia…anche io a volte ho questo tipo di impressioni,ma oggi – non so perché – non mi veniva proprio. Oggi guardavo tutte le merci esposte e ogni cosa mi sembrava una meraviglia. Mi sono fatta un giro con calma, pensando a quante cose abbiamo a disposizione e a quanto siamo fortunati a poter godere del superfluo. Devo ammettere che mi sono fermata a essere grata, non sono riuscita a incupirmi perché noi ce l’abbiamo e altri no. La gratitudine mi ha accompagnata per tutto il giro, tanto che sono arrivata alle casse con un gran sorriso ed ho attaccato bottone con la signora dietro di me in coda, che mi ha detto quanto sono gentile (le avevo semplicemente passato il COSO di plastica che serve a separare la spesa sul nastro trasportatore).

3. La signora era una di quelle donne di mezza età col capello tinto e un po’ in sovrappeso. Una di quelle che, mi pare, nessuno guarda mai con troppa attenzione. Quando mi ha parlato della gentilezza e l’ho guardata negli occhi, non ho potuto fare a meno di meravigliarmi: è la prima volta che vedo una persona che ha veramente gli occhi come acquamarina. Uno spettacolo incredibile. Avrei voluto dirle che i suoi occhi mi hanno fatto pensare ad una poesia, ma avevo paura che mi prendesse per matta. Forse ho sbagliato, non dovremmo mai aver paura di regalare complimenti sinceri.

Cmq, dopo questo momento di gioia priva di qualsiasi senso, io e Lui abbiamo fatto pace pranzando insieme.

Oggi è proprio una bella giornata.😀

Una risposta »

  1. ti leggo sempre ma commento poco, ma oggi lo faccio che bello questo post! Grazie per aver condiviso! ah io adoro andare a fare la spesa è una cosa che mi distrae e rilassa!🙂

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: