Feed RSS

Suor Cristina ha vinto “The Voice”. E la preghiera della discordia.

Non posso trattenermi, anche se raramente commento qualcosa alla televisione, dato che parto dal presupposto che 3/4 della tv sia un cumulo di spazzature assortite.

Ogni tanto mi è capitato di guardare “The Voice of  Italy“, soprattutto nelle repliche a tarda sera, perché, come ho già confessato in post non sospetti, i talent musicali mi attirano abbastanza anche se raramente è uscito qualcuno che mi piacesse (e ancora mi chiedo perché gli Ape Escape non abbiano trionfato a X Factor, ché erano bravissimi).

 

Che Suor Cristina Scuccia avrebbe vinto si sapeva tipo dal terzo secondo in cui ha intonato “No One” di Alicia Keys e aver creduto il contrario è da ingenuotti.

Su questa ragazza sono già state dette un sacco di cose e so che va di moda scagliarlesi contro oppure esaltarla alla massima potenza. Beh, io non mi sento di fare né  una cosa né l’altra.

Penso che abbia una bella voce. Penso che sia una ragazza che sa quel che vuole e che l’abito monacale non debba essere necessariamente una limitazione (non è mica una suora di clausura!). Ho ancora in testa “Storia di una monaca”, con Audrey Hepburn e penso che se i suoi superiori le hanno permesso di partecipare sia perché ritengono che la strada del canto non sia assolutamente lontana dalla religione (e perché dovrebbe? Se uno è veramente religioso non dovrebbe mutare in nulla ciò che è la sua vita).

Penso che il mondo dello spettacolo sia difficile e che  ci siano dei compromessi, perciò sicuramente una carriera per una suora potrebbe incontrare parecchi ostacoli. Ma è un po’ prematuro pensarci (e soprattutto ci penseranno lei e il suo management, non io).

Non ce l’ho con lei, né con chi l’apprezza e l’ha votata. E non approvo assolutamente i detrattori che, su facebook e fuori, non trovano di meglio che commentare con una bestemmia. (Lo trovo patetico).

Però la verità è che penso che non abbia vinto “la voce”, ma il personaggio. E che, soprattutto sul finale, lo “spot” alla Chiesa cattolica si sia un po’ ritorto contro coloro che probabilmente lo hanno orchestrato.

Mi spiego meglio:

1. Giacomo Voli – nella media dei cantanti nazionali – è un fenomeno. Voce bellissima, esibizioni davvero trascinanti. Poi, beh, a me piace il rock, ma credo che anche chi non lo apprezza granché sia stato costretto a riconoscerne la superiorità.

2. L’inedito…vogliamo parlarne? Suor Cristina ha cantato una canzonetta che sembrava tirata fuori dalla messa dei Boy Scout, mentre “Rimedio”, di Giacomo, è veramente una bella canzone. Si sente lo stile dei Litfiba, ma lui la rende davvero degna di essere ascoltata più e più volte.

3. Il momento di gelo in cui, a seguito della vittoria, la nostra ringrazia l’Altissimo (e fin qui ci sta) e poi IMPONE un Padre Nostro di gruppo. Con J-Ax che aveva ribadito fino a tre secondi prima di essere ateo. A-T-E-O. Come forse 3/4 della gente in studio.

Pariamone: questa della preghiera non è stata una mossa azzeccata per più di una ragione. Non dico che non dovesse proprio esserci: pregare – se uno ci crede – fa bene e se uno non ci crede è lo spreco di appena due minuti. In linea di massima sono abbastanza elastica su questa cosa. Ma una preghiera senza sentimento non serve proprio a nulla e mi dispiace molto che una suora non l’abbia capito. E’ che a me, a casa, è sembrata la solita imposizione di arroganza cattolica in cui si pretende il rispetto per sé, ma non si è disposti a riconoscere lo stesso verso chi non crede e non vuole sentire una preghiera, figuriamoci essere “costretto” a ripeterla.

Quindi è stato comprensibile il ringraziamento a Gesù e forse sarebbe stato plausibile anche che la suora avesse chiesto di recitare quella piccola preghiera da sola. Che si sia imposta affinché la recitassero tutti, però, non mi è piaciuto, ha passato la misura. E infatti il momento televisivo è stato pessimo, con sguardi imbarazzati, il presentatore che non sapeva bene che dire, e la Carrà con la mani congiunte davanti a sé come la gente che si annoia in chiesa la domenica. Mi aspettavo che uscisse Elsa a cantare Let It Go.

4. Il contratto e i 200.000 €. Beh, da una suora mi aspetterei che rinunciasse in favore di Giacomo, che ha speso tutta la sua vita per avere un’occasione nella musica. Non sarebbe umano, dite? No, rinunciare in favore del secondo classificato mi sembrerebbe divino. E forse per questo non succederà.  Mi sa che dio, in questo momento, ha altro a cui pensare.

 

»

  1. Non ho seguito il programma mai, quindi non ho idea di come sia Giacomo, comunque la suora l’ho sentita cantare ( era pressoché impossibile non farlo dato che su ogni sociale network non si parlava di altro quando è spuntata fuori… ) e sinceramente non mi sembra che fosse quel gran che. Si brava, bella voce, ma niente di eccezionale roba che si sente di continuo…. Che rinunci al premio la vedo dura, per lo meno spero che i soldi li dia in beneficenza. La scena della preghiera ( per come l’ hai descritta tu ) è patetica e io sono una che è costretta a dirne tante, ma per coerenza quando al credo comincia il ” credo nella chiesa etc… ” io smetto di parlare.

    Rispondi
  2. come hai detto tu, ha vinto il personaggio e basta. non posso negare che sia brava a cantare ma è una voce qualunque.. io preferivo Tommaso però la suora obiettivamente non era da finale.

    Rispondi
  3. Mi chiedo cosa sarebbe successo se un ipotetico vincitore musulmano avesse chiesto a tutto il pubblico di ripetere con lui “Sia gloria a Te O Allah…” ecc.

    Rispondi
    • Ritengo che ci sia una differenza, nel senso che l’italia è un paese tradizionalmente cattolico e un Padre Nostro non è che sia tutto sto scandalo, a ben vedere. E’ sempre una questione un po’ sul filo del rasoio, in cui la mia libertà non dovrebbe calpestare la tua, ma…nel caso in cui io voglia pregare e tu no chi si deve fare da parte?😀

      Rispondi
  4. ospiteincallita

    Sono d’accordo con te…
    e abbastanza delusa perché, ancora una volta, non ha vinto la qualità ma l’immagine.

    Simo

    Rispondi
  5. avrà un suo pubblico…

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: