Feed RSS

Il tizio della tomba accanto, di Katarina Mazetti (trad. di Laura Cangemi)

Che sospiro di sollievo. Era un paio d’anni che non riuscivo a leggere un libro “tutto d’un fiato”. Complice la mancanza di tempo, devo però ammettere che la stragrande maggioranza dei testi che ho preso in mano da un po’ di tempo a questa parte mi faceva venire voglia di lanciarli dalla finestra, o mi sapeva di già visto, o mi annoiava terribilmente con descrizioni lunghe ed insipide come il brodo di fave.

Di solito i libri di Elliot Edizioni hanno un “quid” in più.  Anche in questo caso, non mi sono sbagliata quando ho aperto questo “Il tizio della tomba accanto”, seppur con un po’ di timore perché mi aspettavo qualcosa tipo Tim Burton. Il gotico, in realtà, non c’entra affatto ed il cimitero è soltanto il luogo in cui si incontrano i protagonisti, Desirée e Benny.

La storia è ambientata in Svezia, lei è una ragazza di città, molto minuta, molto colta, molto controllata, che è rimasta vedova piuttosto giovane. Lui è un allevatore di mucche dedito alla campagna e alla vita semplice dei contadini. In un primo momento si incontrano sulle tombe dei rispettivi parenti – quella del marito di Desirée, così semplice, lineare e vuota, quella dei genitori di Benny, insopportabilmente kitsch – e si odiano. Poi però scatta qualcosa, un sorriso nello stesso momento…e nasce l’amore.

“Ah, allora tutto ok.” direte voi, già un po’ annoiati.

No, niente è ok. Perché la nascita dell’attrazione è solo l’inizio e il bello del libro è che questa non è affatto una storia d’amore come quelle a cui ci hanno abituati. Benny e Desirée sono diversi.Troppo diversi. Lui vorrebbe relegarla al ruolo tradizionale di mogliettina che lo aspetta a casa la sera con un vassoio di polpettine, lei vorrebbe accanto un intellettuale  con cui condividere spazi astratti più che vera vita. Ed il fatto è che non c’è un punto di incontro.

Con voci alternate, assistiamo alla lotta dei due protagonisti per non far soccombere il loro inspiegabile amore. Loro stessi non riescono a capirne la fonte, né come portarlo  avanti. Vivono alla giornata, sull’orlo di un rasoio che essi stessi sanno di aver costruito con le proprie mani.

Ciò che mi è piaciuto di più di questo libro è che mi sono trovata a pensare a quanta verità ci fosse  dentro e mi sono chiesta se l’autrice se ne sia accorta o se sia stato un colpo di fortuna. Le è riuscita una descrizione lucidissima della vita di coppia quando le fiabe finiscono, gli eroi si sono dichiarati ed ora bisogna cominciare a vivere per davvero. A molti capita di innamorarsi di un proprio simile, ma cosa succede quando l’altro è così diverso da noi? Subentrano le angosce alla “non è così che dovrebbe essere”, la volontà sempre molto sotterranea di cambiare l’altro/a per renderlo più simile alla nostra visione (grosso errore!!!), le litigate, le delusioni…ed è un miracolo se l’amore rimane. Eppure, credo che anche le anime che si definiscono “gemelle” abbiano dovuto farei conti con ciò che è la dipendenza emotiva da una persona che è altro da noi, il cui parere ci fa incazzare, le cui reazioni ci mandano fuori di testa perché noi non faremmo mai così…eppure siamo ancora insieme.

Lo stile dell’autrice è pulito, delicato, semplice – ma non semplicistico – e a tratti pieno di poesia. Le voci dei protagonisti sono nette e le descrizioni sono sufficientemente nitide e coinvolgenti da immergere il lettore nella vicenda fino alla punta dei capelli. Ho visto adesso sul sito della casa editrice che c’è anche un seguito. Che dire? Non è che corro a comprarlo, VOLO.

»

  1. questa storia degli opposti che si attraggono, effettivamente, mi ha sempre affascinata, oltre che impaurita🙂 mi hai incuriosita a proposito del libro!

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: