Feed RSS

Witches of the East End (Tremate, tremate, le streghe son tornate!) By Only

In un turbine di mille progetti che mi tengono sempre più lontana dal blog ci pensa Only a ricordarci che…tra poco è Halloween, una tra le mie feste preferite. E lo fa con una nuova recensione…

Only

Visto che Halloween si avvicina, direi che una recensione sul nuovo telefilm di Streghe targato Lifetime capita a fagiolo.

Alzi la mano chi si ricorda il telefilm Charmed.

Non so per voi, ma per me il famoso “Streghe” (come si chiamava in Italia) è stato l’ingresso nel mondo del telefilm di ambiente soprannaturale, ingresso poi cementificato da Buffy.

Sono entrata in quel mondo per non uscirne più e ormai è diventato il mio genere preferito, almeno quando si tratta di telefilm.

Inutile fingere che “Witches of the east end” non abbia niente in comune con Charmed, che non vi si ispiri nemmeno un po’, perché non è così.

Altrettanto inutile precisare che per me questa, anche se può sembrare mancanza di originalità, è un punto a favore: io amavo Charmed, e di conseguenza anche questo “Witches of the east end” mi sta piacendo parecchio.

Ve l’ho premesso, perché già nel pilot i punti di connessione tra i due telefilm sono di quelli che non si scherza, e a me in primis hanno fatto un po’ storcere il naso.

In Charmed le sorelle streghe erano tre, e nel Pilot ignare di quello che realmente sono: sarà la riunione nella casa di famiglia dopo tanto tempo (e tanti dissapori) e la scoperta di un libro nella soffitta a far riemergere i loro poteri, da sempre scritti nel DNA. Poteri strettamente connessi al loro essere una triade, in profonda unione una con l’altra.

In questo nuovo telefilm, le sorelle streghe sono due, anche se in realtà la famiglia è composta da quattro elementi: Freya e Ingrid, a differenza delle sorelle Halliwell, non sono orfane ma hanno una madre e una zia, che si riunisce a loro nel corso del pilot. Anche Freya e Ingrid sono ignare dei loro poteri ma per motivi completamente diversi: anche se loro non lo sanno, hanno già vissuto diverse vite in quanto tutte la loro famiglia è immortale. Immortale, ma non esente da una maledizione: quella di Freya e Ingrid è di morire in ogni vita prima dei trent’anni. Ai giorni nostri la madre, una strega potentissima, tenta qualcosa di diverso per evitare di dover dare alla luce all’infinito due bimbe destinate a morire ancora molto giovani: sceglie di tenerle lontane dalla magia, nascondendo le loro origini, sperando che ciò spezzi la maledizione e di conseguenza cambi il loro destino. Inutile dire che ciò non sortirà nessun effetto e che ben presto Frya e Ingrid scopriranno chi sono davvero, mentre il mondo soprannaturale comincerà a intromettersi nelle loro vite, anche in modo violento…

Premettiamo anche che the “Witches od the east end” non è una sceneggiatura originale, ma è tratto da libro omonimo di Melissa de la Cruz, uscito se non erro qualche anno fa. La somiglianza al famoso Charmed comunque rimane, si vede che la Cruz era una fan, e in alcuni tratti fa sorridere, anche a me che è piaciuto uno e sta piacendo altro.

Per dirne una, questa era la magione delle sorelle Halliwell in Charmed:

E questa quella delle Beauchamp nella nuova produzione :

Notato niente?? Io sì, che nessuna strega che si rispetti può vivere in un appartamento in un cacchio di condominio!!

Sui protagonisti/protagoniste è ancora presto pronunciarsi, dopo soli tre episodi. I personaggi si stanno abbozzando ora, ed è ovvio che per ora le protagoniste femminili stanno avendo la meglio sul resto dei personaggi. Quel che è certo è solo che, in ambo i sessi, la figaggine abbonda. Ma proprio tanto.

Freya:

Ingrid:

La parte della madre è interpretata da Julia Ormond. Sono passati anni da quando faceva Sabrina e Vento di Passioni, ma rimane una brava attrice.

Poi c’è quella sventola della zia, quella che in una famiglia normale col cacchio presentereste al fidanzato:

Madchen Amick è sicuramente tirata a lucido da quando faceva Twin Peaks, ma non si può proprio dire che lo abbia fatto male!

Ma veniamo ai maschietti, almeno quelli visti fino ad ora.

I fratelli Dash e Killian:

Che…indovinate un po’?? Non vanno affatto d’accordo (Salvatore docet).

Adam, perché non poteva mancare il poliziotto che corteggia una delle sorelle Halliwell…scusate, volte dire Beauchamp!

Speriamo solo che non faccia la fine di Andy in Charmed perché a me sta simpatico!

Quindi, ragazzi e ragazze, guardarlo o non guardarlo? Da quel poco che ho visto, le atmosfere non mancano, la suspence pure. La trama, ve ne siete accorti, non brilla per originalità e scopiazza un po’ la sorella maggiore, ma direi che tre episodi sono presto per scagliare giudizi troppo severi: chiunque abbia visto la prima stagione di Buffy e poi le altre sei penso che sia d’accordo con me!

Quel che ho visto mi è piaciuto abbastanza dal continuare con la visione: non sarà il telefilm rivelazione dell’anno, ma c’è tutto quello che serve per divertire una patita di soprannaturale come me.

Una risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: