Feed RSS

Penny Parrish- In America si vive così, di Janet Lambert

Credo che la passione per la lettura inizi quando sei piccolo. Se ne hai la fortuna, tua madre o tua sorella più grande ti allungano un libro. Se quello è il “libro giusto”, la tua vita cambierà. E sono certa di non esagerare.

Ci sono tanti libri che hanno contribuito alla mia storia di lettrice. Tra questi ce n’è uno in particolare che ho ancora sul comodino, che leggo a e rileggo a spezzoni nei momenti di noia, fino a poterne citare diverse parti senza guardare e i cui personaggi si sono appropriati di un pezzetto del mio cuore come fossero parenti.

Non è un libro particolarmente ben scritto, è per un target di ragazzine, edito dalle “Paoline” – e con questo potrei aver detto tutto. Eppure…eppure…oggi parliamo di  “Penny Parrish – In America si vive così“, di Janet Lambert.

pennyparrish cover

Il volume di cui vi mostro la copertina è composto dall’unione di diversi macrocapitoli che ci narrano le vicende della protagonista dai quattordici ai ventun’anni. Al centro delle vicende,ambientate a cavallo tra gli anni ’40 e gli anni ’50, c’è Penny, figlia di un colonnello dell’esercito americano. La storia prende il via quando la ragazzina torna a casa dai genitori dopo un periodo presso una zia di New York e porta con sé l’amica Carroll che trascorrerà con lei l’estate.

Penny non abita in una normale località degli Stati Uniti bensì in una cittadella militare e Carroll fa così la conoscenza di tanti nuovi e simpatici amici e di un modo di vivere semplice ed assai lontano dal proprio. L’amicizia tra Penny e Carroll durerà tutta la vita, specie perché  quest’ultima si innamorerà del fratello di Penny, David, agitando le acque a Fort Arden.

Ma non finisce certo qui: Penny decide di voler diventare attrice e, a partire dai diciotto anni, comincia a fare la spola tra casa e Broadway dove spera di procacciarsi un’occasione. Ci riesce grazie ad una serie di circostanze fortuite che la portano anche ad entrare nelle grazie di Josh, un regista burbero ed ombroso, di dodici anni più vecchio di lei e di cui lei si innamora perdutamente.

Definire una trama lineare per questo libro è un po’ complesso, dato che abbiamo un po’ di tutto: storie d’amore e d’amicizia, guerra, spionaggio, saga familiare, romanzo di formazione “per fanciullette”…ma il tutto è condito da un’incredibile ventata di ottimismo, tutto accade attraverso lenti rosa che più rosa non si può. Questo, assieme al gusto retrò del testo (con i personaggi che per imprecare cinguettano “Misericordia!”) potrebbe risultare difficile da digerire per un lettore di oggi. Per me che sono affezionata e che ho un grado di cinismo inferiore a quello di un Minipony, invece, questa è la lettura che più di ogni altra aiuta a risollevare il morale.

Sì, Penny Parrish è un “libro felice”. Tutti i personaggi sono belli e bravi e anche quelli negativi hanno le loro buone qualità. Tutta la famiglia Parrish è emblema di perfezione, eppure non stanca. Non parliamo di Mary Sue e Gary Stu, tanto per rassicurare gli arcigni.  A favore posso dire che l’ambientazione è per noi molto inusuale (sia per l’ambiente – militare prima e Broadway in un secondo momento – che temporale ) e che il dipanarsi della trama è davvero avvincente grazie al susseguirsi di novità, colpi di scena e all’ingresso di personaggi sempre nuovi accanto ai protagonisti.

Non ultime le descrizioni dei balli al Circolo Ufficiali, dei concorsi di equitazione, dei pic-nic al chiaro di luna hanno una sapore  che ci riporta indietro in maniera piacevole, come la fiabe o come quei vecchi film che abbiamo visto così tanto volte da consumarci gli occhi e sapere le battute a memoria, ma che non cessano di essere deliziosi e rassicuranti.

Janet Lambert.

Janet Lambert.

PS.: Questo libro sembra introvabile. Ad oggi ho ricevuto numerose richieste di venderlo da parte di lettrici un po’ attempate che lo avevano apprezzato da ragazzine…mi spiace tanto, ma per ora me lo tengo stretto. Se qualcuno avesse notizie di una ristampa, o di qualche collezionista che ha deciso di liberarsene, vi prego di avvisarmi in modo che io possa contattare le persone a cui farebbe piacere riaverlo.

»

  1. Mi avevi incuriosita e così l’ho cercato e trovato in biblioteca! Ora lo inizio a leggere 🙂

    Rispondi
    • Davvero? Oh, spero ti faccia lo stesso buon effetto che fa a me! 😀

      Rispondi
    • scusa quale biblioteca io sono di padova e non lo rovo e mi picerebbe tanto rileggerlo

      Rispondi
      • se qualcuno gentilmente mi può imprestare uno dei libri della Lambert io lo restituisco, in fondo basta rileggerlo per ricordare un pò di giovinezza ormai lontana e per riprendere a vedere la vita con degli occhiali più …….rosa….

    • in quale biblioteca? lo sto cercando……

      Rispondi
      • allora ho trovato parecchi libri della lambert e sono felice ma per esserlo di più cercherei qualcuno che mi potesse dire brevemente il contenuto di questi libri della lambert che non sono stati tradotti in italiano :wedding bells(della serie 5 sorelle d’america in questo si parla del matrimonio di susan jordon e vorrei sapere chi sposa, ) ,Here’s Marny(della serie miss tippy), Parri Macdonaid series( la storia della figlia di Penny Parrish)

  2. Cara zitella, sono anch’io stata “iniziata” da mia mamma alla saga di Penny Parrish che ho amato moltissimo e di cui ho ancora l’edizione – sfasciata- degli anni 50 su cui l’ha letto lei. Ora me lo ricompro su Amazon e lo leggo in inglese… Vediamo che effetto mi fa. 🙂

    Rispondi
  3. anch’io l’ho ereditato in tenera età dalla mamma, assieme agli altri della serie. Miss Tippy, le cinque sorelle d’america e Candy Cane…mi mancava però appunto questo di cui la mamma di parlava con amore così qualche anno fa, ho scritto alla casa editrice che figurava in copertina e sono stati gentilissimi nell’inviarmelo per posta in edizione aggiornata!!! provate, anche se penso che ormai su internet si trovi di tutto!!!e comunque, come dici benissimo tu, l’ho letto decine di volte e quando non so cosa leggere riprendo la saga dal primo all’ultimo ma ora ho scoperto che ce ne sono tanti altri che non sono stati tradotti in italiano, qualcuno ne sa qualcosa?

    Rispondi
  4. L’ho amata moltissimo Penny Parrish ed anche Tippy…. Ho ritrovato i vecchi libri e mi faranno compagnia durante le vacanze… Ho bisogno di leggere cose belle e positive…. Ciao!

    Rispondi
  5. Io lo sto leggendo adesso, sono finita di questo blog cercando “fort arden” su google! Ed ho anche appena scoperto che in America c’è un libro in più di quell nella mia edizione (1981)

    Rispondi
  6. che maledetti! avevo scritto alla casa editrice anni fa e mi avevano risposto che non c’era nulla da fare 😦
    ad ogni modo: mia nonna regalò Penny Parrish a mia mamma, che lesse il libro. Dopo di lei lo lessero anche le due sorelle minori. A 12/13 anni andai in soffitta dalla nonna alla ricerca di tesori, scovai un po’ di libri, li portai a casa e mia madre, alla vista della copertina color aragosta esclamò: Penny! Come se rivedesse un’amica dopo tanto tempo. Mi spiegò la sua storia e iniziai a leggerlo, era estate, era bellissimo. Poi lessi anche Miss Tippy e le Cinque sorelle d’America. Qualche anno fa mia cugina, figlia di una delle sorelle di mamma, compì 13 anni. Le regalai il libro spiegandole la storia e chiedendole di averne cura, perché sarà lei a tenerlo fino a quando una delle nostre possibili future figlie compirà i 13 anni.

    Ora qui scopro che in realtà non erano solo tre i libri della serie? Comee? Mi direste la lista? Così li cerco e li rileggo tutti 🙂

    Rispondi
  7. Grazie di avermi riportato agli anni della mia fanciullezza…li ho letti tutti i libri erano deliziosi e per me 12 enne sciudevano un mondo nuovo e bellissimo

    Rispondi
    • Anche per me sono state letture belle, sognanti, piene di allegria…. Questo scambio mi aiuta sempre a risentire nel cuore quei sentimenti di quegli anni!

      Rispondi
  8. Che meraviglia.
    Ho letto questi libri da ragazzina, prestati da una collega di mia mamma (insegnante), su librettini piccoli, di carta dozzinale e tutti consumati, ma mi erano piaciuti moltissimo.
    Pensa che ricordo ancora che uno era rifasciato in carta di Firenze un po’ lucida con gigli rossi!
    Poi per decenni li ho dimenticati e di recente ho iniziato a cercarli, ma ricordavo solo Penny e West Point, null’altro.
    Da Google non usciva nulla con la ricerca e oggi ho avuto l’illuminazione di cercare su Amazon, trovando finalmente la chiave: il cognome Parrish e poi il nome dell’autrice, che ora che mi viene sotto gli occhi, mi torna anche alla mente.
    E cosi’, con una nuova ricerca su Google con la chiave Penny Parrish ho trovato questo blog.
    Grazie per il bellissimo post! Adesso mi faccio un giro tra queste pagine.
    Grazie per aver colmato una mia lacuna… continuato a cercare nella memoria senza trovare nulla.
    Silvia, La Masca in Cucina, http://www.lamascaincucina.it

    Rispondi
  9. Ho inviato un commento e spero sia in moderazione e non perso!

    Rispondi
  10. Buongiorno, per quanto concerne la ristampa del libro, se le pagassi lo scomodo, potrebbe spedirmi lo stesso fotocopiato?

    Grazie mille

    Rispondi
  11. Sono arrivata qui a 3 anni di distanza da questo post, perchè non mi ricordavo il nome della scrittrice che aveva ispirato il mio amore per la lettura. Con piacere noto di non essere stata l’unica a essere stata colpita. Ho letto le vicende di tutta la famiglia Parrish, diverse volte. Tra qualche anno passerò i libri alle mie figlie, sperando di suscitare in loro lo stesso interesse.
    Grazie per questo ricordo condiviso 🙂

    Rispondi
    • Sono anch’io una tra quelle che, da ragazzina, si è innamorata della lettura grazie a questi libri che già mia madre e le mie zie avevano letto e consigliato a me e le mie sorelle. Possiedo soltanto “Miss Tippy” e mi piacerebbe acquistare anche gli altri ma nn sono riuscita a trovarli. Se qualcuno li possedesse e volesse venderli mi faccia sapere.

      Rispondi
  12. Ciao a tutte! Io sto rileggendo i libri della mia adolescenza e ho appena terminato di leggere “Le cinque sorelle d’ Anerica”, libro che mi é piaciuto molto, pur con la sua terminologia un po’ rétro( o forse anche per quello!).
    Andró adesso alla ricerca degli altri romanzi di questa scrittrice, che sono sicura mi piaceranno altrettanto!

    Rispondi
  13. Io ce l’ho e me lo tengo! P.s. Josh è stato il mio primo amore!!! ❤

    Rispondi
  14. Sono anche io un’appassionata!! Li ho ereditati dalle mie zie e li rileggo ancora ogni tanto! Penny, Tippy, Candy, le 5 sorelle….Le ho amate tutte! Ho scoperto anche io che in Italia non sono stati tradotti i libri seguenti, che parlano di Parri e Davvy e mi sembra mi manchi qualcosa….Della Lambert, poi, ho altri libri, che parlano della sorella di Jon, il marito di Alice, ma non sono così appassionanti come questi… Bello trovare qualcuno che li ama come me.
    Però non so se li farò leggere alle mie nipotine perché mi hanno dato una visione troppo bella della vita e le mie aspettative, poi, erano leggermente irrealistiche….non vorrei creare illusioni e delusioni. Ciao a tutte!

    Rispondi
  15. Sono capitata per caso in questo blog. Stavo cercando su Amazon Miss Tippy e Penny Parrish perché li vorrei regalare alle mie nipotine ma, a quanto pare, sono scomparsi.
    Peccato, fanno parte di un momento felice della mia vita, li ho poi passati alle mie figlie quand’erano giovanissime ma, causa traslochi ravvicinati, ho poi dovuto eliminarli.
    Proverò a cercarli in biblioteca, l’edizione in inglese sarebbe troppo impegnativa.
    Se qualcuno li possiede e vuole liberarsene……….eccomi !
    Giuliana

    Rispondi
  16. anche io li sto cercando disperatamente…..se avete qualche notizia…

    Rispondi
  17. li ho comprati!!!!!!!!!!! miss tippy e penny parrish !!!! anzi ho pure sbagliato e ho comprato 2 miss tippy

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: