Feed RSS

Due parole sulla protesta di “FEMEN”.

Ma proprio due, perché non conosco bene il movimento e spero di non aver frainteso.

Dunque, come sapete oggi è giorno di elezioni, in Italia.  Tre ragazze del movimento “FEMEN” si sono presentate al seggio del Berlusca a protestare a modo loro. Per chi non lo  sapesse le attiviste di FEMEN si presentano a seno nudo e di solito hanno delle scritte sulle tette e sulla pancia. Tutto lì. E’ una protesta non violenta.

In merito vorrei dire che molte persone mascherano il loro “disappunto”  dicendo che secondo loro è inutile. Ecco, secondo me non è inutile, laddove per una volta una donna si spoglia per un motivo diverso dal fatto di COMPIACERE QUALCUNO. E restituisce al corpo una certa dignità. Ebbene sì, sembra un controsenso per la nostra cultura bacchettona.

Io non ci riuscirei, non mi sento libera nella mia possibilità di usare il mio corpo, sono troppo condizionata. E me ne rendo conto.

Queste ragazze sembrano dirci: “Hei, sono solo un paio di tette!”

Ed è vero. Anche se qualcuno (mi spiace ragazzi, ma di solito sono i maschietti) non capisce e continua a farci battute, la misura non importa per la protesta. Importa che non ci sia la maglietta, che non ci sia il reggiseno.

E’ sorprendente vedere quali sono le reazioni che suscitano.

E’ sorprendente vedere come, talvolta, si tratti di reazioni di RABBIA. Una donna che non si spoglia per solleticare la libido? Non sia mai!

E’ per questo che, ideologicamente, io ste ragazze le appoggio e le ammiro. E vorrei averne la scanzonata libertà.

Invece io lo so che finirei a coprirmi.

La seconda parola riguarda il comportamento dei poliziotti incaricati di reprimere il gesto ed è VERGOGNA. Ho visto i filmati, ho visto le foto. Bel modo di utilizzare la vostra “autorità”. Autorità del cavolo, proprio, visto che tre paia (sì, erano solo tre, non un esercito) di tette sono bastate a metterla in crisi. Potete fare la voce grossa. Torcere un braccio, schiacciare a terra una persona col vostro peso, picchiare, battere…ma l’idea rimane, quella ormai non la schiacciate più. VERGOGNATEVI. E RASSEGNATEVI.

femen

»

  1. solo una cosa: non sentirti meno libera solo perchè non ti spoglieresti per protesta..ognuno ha i suoi metodi e il suo modo di vivere il corpo. Il tuo è degno quanto quello delle Femen

    Rispondi
  2. Io continuo a non capirla questa forma di protesta, ma non posso che ammirare il coraggio che hanno avuto a spogliarsi con questo freddo, sapendo che le avrebbero pure buscate dalla polizia. Tra l’altro non ho nemmeno mai capito il perché vengano costantemente arrestate: ammesso che girare a seno nudo sia un reato (e non sono nemmeno sicuro che lo sia) l’uso della forza è del tutto sproporzionato.

    Rispondi
  3. E’ un modo di manifestare che non mi piace per nulla, indubbiamente attira ovunque l’attenzione…

    Rispondi
  4. Una volta c’era una mamma seduta ad un bar all’aperto che allattava suo figlio, mi ricordo che alcuni si sono messi a rideree a commentard e altri che facevano facce seccate!! Ci si scandalizza per cose simili…assurdo!
    ps adesso su rai 3 si parla di femminicidio!

    Rispondi
  5. Io invece concordo pienamente con te, Lois. A me quello che fanno le Femen piace: è una sorta di riappropriazione del “senso sociale” del proprio corpo, ovvero un rivendicare che quel corpo, appunto, è di chi lo possiede e di nessun altro, è della donna che è libera di farne ciò che vuole, soprattutto se questo significa fare l’opposto di ciò che il conformismo sociale chiede e pretende (cioè la donna che o è moglie/madre o è puttana, non vi sono altre alternative – mi scuso per la franchezza). Non c’è nulla di osceno in ciò che fanno le Femen, anzi, tutto il contrario, dacché in verità “oscene” sono le reazioni a questa legittima protesta, che derivano da un’altra oscenità anche peggiore: l’imposizione dell’uso del corpo femminile per fini di mero compiacimento ludico pubblico, come giustamente tu Lois denunci.

    Rispondi
  6. Il mio unico dubbio è che forse Berlusconi potrebbe non aver colto il senso della protesta, anzi, magari è stato pure contento di vedere che per una volta delle ragazze si sono spogliate davanti a lui senza che dovesse pagarle.

    Rispondi
  7. a me piacciono, magari non su tutte le loro proteste però hanno un metodo tutto loro! purtroppo dato che la maggior parte delle persone ved solo un paio di tette, forse un minimo di messaggio gli arriva..

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: