Feed RSS

Scuola di Felicità 12 – L’Amor Proprio

A grande richiesta, eccomi con una nuova serie di post dedicati alla Scuola di Felicità: sono contenta di dire che, benché io non abbia avuto questa pioggia di commenti sul blog, ho ricevuto tante testimonianze “private” (in particolare la tua deliziosa lettera Anna M.! Grazie!) che mi hanno convinta del fatto che abbiate gradito l’iniziativa e vediate di buon occhio  la prosecuzione.

Ebbene, ecco il primo post di quello che potremmo chiamare “Secondo Quadrimestre” della Scuola di Felicità.

C’è un sentimento di cui molti di noi si privano volontariamente perché temono il risvolto più estremo, che è l’egoismo. Questo sentimento però è fondamentale nella costruzione di una personalità, perché impedisce agli altri di calpestarci, limita le frustrazioni e, nella giusta misura, è forse il mezzo più efficace per cominciare ad amare anche il prossimo: stiamo parlando dell’Amor Proprio, o Amor di Sé.

amorproprio

C’è un briciolo di colpa nella buona educazione di ciascuno di noi: si tende a scambiare il voler appagare se stessi come il peggiore degli egoismi. Pur di passare per modesti, tendiamo a svalutarci, pur di essere gentili, permettiamo ad altri atteggiamenti nei nostri confronti che viviamo come vere e proprie prepotenze. Alcune persone pensano di farlo per amore, altre perché non sanno essere in nessun altro modo, altre ancora perché sperano così di essere apprezzate maggiormente dagli altri. Tutto questo, per quanto possa passare per accettabile, è invece deleterio ai fini della ricerca della Felicità.

Una precisazione: amare se stessi non vuol dire farlo a scapito degli altri. Ecco, direi che il nostro atteggiamento nei confronti del prossimo può darci il giusto metro di comportamento per evitarci il passaggio (sempre dietro l’angolo) dall’amor di sé all’egoismo.

Quali sono i vantaggi dell’amor proprio? E’ semplice: una persona che si ama e si accetta trova mille volte più facile entrare in empatia ed amare anche gli altri. Di conseguenza, l’atteggiamento nei confronti della vita cambia notevolmente. Non solo: amare se stessi impedisce agli altri di calpestare i nostri sentimenti.

Un esempio pratico: un fidanzato o una fidanzata ci trattano come bambole di pezza. Spesso avviene che la mancanza di amor proprio faccia sì che una relazione sbagliata duri a lungo. Dentro noi stessi siamo convinti di “non meritare” l’amore e il rispetto, perché per primi non ce lo permettiamo, quindi non riusciamo a chiederlo agli altri ed il nostro atteggiamento riflette il nostro pensiero inconscio. Se notate, si ottiene una relazione felice solo quando, alla base, c’è il rispetto dell’altro, ok, ma di se stessi prima di tutto. Il che non significa necessariamente essere aggressivi, ma fermi in poche regole fondamentali, la prima delle quali è: chi ti ama non ti fa soffrire deliberatamente.

Questo vale per tutte le relazioni, non solo quelle di coppia. Purtroppo succede spesso di essere feriti da qualcuno, in un modo o nell’altro. A volte è inevitabile, altre volte è un problema di sensibilità individuale, altre volte si incontrano stronzi (è qualcosa da mettere in conto, perché non viviamo, purtroppo, nel migliore dei mondi possibili). L’importante è farsi sempre la domanda da 1000000 di dollari: “Questa persona è gentile con me e mi rispetta tanto quanto io rispetto lei/lui? Se sì, bene. Se no, perché?”

Inoltre, quando si ama qualcuno viene spontaneo coccolarlo e prendersene cura, giusto? Ebbene, nulla ci vieta di “auto-coccolarci”. Significa individuare ciò che ci fa veramente piacere (e che non viene fatto per compiacere chiunque altro) e trovare uno spazio per noi stessi, in modo da poterci concedere un poco di piacere tutti i giorni.

Sembra la scoperta dell’acqua calda, ma non lo è affatto, perché troppe volte anteponiamo qualcosa che avvertiamo come “dovere” a quei pochi minuti che, se impiegati diversamente, ci salverebbero la giornata.

Come per ogni cosa, il segreto di tutto questo è l’equilibrio tra responsabilità e sensibilità verso il proprio essere.

Un’altra cosa che l’amor proprio insegna e che a molti sembra impossibile è il dire alcuni NO. Badate, ho detto alcuni. Ci sono dei NO che vanno detti con decisione e che non solo sono utili a noi stessi, ma anche agli altri.

Come dimostrano gli studiosi e gli psicologi, i NO sono utili nell’educazione di un bambino. Ebbene, talvolta lo sono anche per gli adulti, poiché non è essendo sempre condiscendenti a proprio discapito che si ottiene l’amore del prossimo, o meglio – se si ottiene affetto in questo modo – si rischia grosso, perché l’altro penserà di avervi sempre a sua disposizione e voi non darete mai modo di capire che siete veramente, cosa desiderate, quali sono le vostre inclinazioni. Dire sempre sì, anche se vi sembra di farlo per amore, non è che un amalgamarsi alla personalità altrui ed il risultato è che è più facile che gli altri perdano interesse (sia questo amoroso, ma anche di  qualsiasi altra natura), poiché nei rapporti umani ciò che è attraente sono le diversità ed il modo di superarle insieme.

Ora, molti di voi obietteranno che chi non è nato con una buona dose d’amor proprio difficilmente lo potrà acquisire, ma non è vero. L’amor di sé, esattamente come la felicità, è qualcosa che si impara, in pochi semplici passi:

  1. ogni mattina ed ogni sera, rivolgete a voi stessi un pensiero gentile. Ditevi una cosa che vi piace di voi, fosse anche semplice come il colore degli occhi.
  2. ascoltatevi parlare. Ogni volte che vi sminuite, cambiate direzione di discorso. E’ semplice: invece di dire “Sono una scema, non so fare questo…” sostituite la frase con: “Non ho ancora imparato a fare questo. Con un po’ di impegno ci riuscirò benissimo.”
  3. Se è qualcun altro a sminuirvi, valutate attentamente le sue parole. Nella maggior parte dei casi la gente parla per dare aria alla bocca. Imparate a dare il giusto peso alle critiche e non lasciate che penetrino nel profondo.
  4. Stabilite ciò che volete davvero. In tutti i campi. Basta pensare a ciò che NON volete. Lanciatevi in una lista di desideri coerenti con la vostra sensibilità. Se sono desideri buffi, o strani, tanto meglio.
  5. Prendetevi cura del vostro corpo comunque esso sia. Anche se non corrisponde ai canoni che desiderereste, non c’è ragione di odiarlo. Ricordate sempre che le persone che restano maggiormente impresse non sono i “bellocci”, ma gli “affascinanti” e si può essere affascinanti anche con un naso che arriva a Timbuctù e un sedere che fa provincia. Questo è garantito, altrimenti si sarebbero sposati solamente Brad Pitt e Angelina Jolie. In ogni caso, la gioia è un prezioso segreto di bellezza e il sorriso un fantastico make up.
  6. Credete sempre di potervi migliorare in qualcosa. Cercate di imparare qualcosa ogni giorno. Sembra una stupidaggine, ma imparare vi rende orgogliosi di voi stessi come è giusto che siate. Perciò, anche se si tratta soltanto di una nuova ricetta, o del significato di una nuova parola, provate a passare dieci giorni apprendendo almeno una cosa nuova quotidianamente e vedrete che l’umore e l’autostima ne guadagneranno in modo esponenziale.

»

  1. Gran bel post. Grazie
    Vale

    Rispondi
  2. Concordo in tutto e per tutto! E’ veramente triste pensare che molte persone sprechino così tante occasioni per volersi bene e pensare a se stesse!
    Non sono molto dell’idea “porgi l’altra guancia”, se subisco un torto non posso far finta di niente, meglio parlarne, chiarire e se non si arriva da nessuna parte prendere le dovute distanze. Non fa per niente bene alla nostra salute “spirituale” (non mi viene il termine corretto) e non si tratta affatto di egoismo!
    Anche perché le relazioni amorose o di amicizia dovrebbero portare gioia nella nostra vita e se non è più così non è molto costruttivo intestardirsi a incassare miliardi di batoste per niente.
    Sarà anche triste lasciarsi alle spalle alcune persone importanti della nostra vita, però è meno triste che lasciare noi stessi dietro a tutti loro.

    Rispondi
  3. Verissimo quello che hai scritto nel post! Dovrei ripetermelo ogni mattina quando mi sveglio. Bello il tuo blog mi piace un sacco 😀

    Rispondi
  4. Mi sento disperata … Non riesco a stare da sola!!! Ho bisogno di condivisione!!!

    Rispondi
  5. Grazie fa bene al cuore💝👏

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: