Feed RSS

Scuola di Felicità 9 – Energia e…Good Vibrations

Non vi preoccupate, i pipponi femministi non mi tolgono energie per la “Scuola di Felicità”, ma anzi, mi stimolano a ritrovare quanto prima il mio buon umore…per cui eccoci subito al nuovo articolo.

In realtà oggi vi propongo un post un po’ carbonaro e un po’ bislacco…diciamo che se fossimo stati nel Medioevo per quello che sto per dirvi avrei potuto essere accusata di superstizione…eppure se seguirete il discorso forse vi renderete conto che le mie parole non sono così campate in aria.

Allora, oggi vorrei parlarvi dell’idea che ognuno di noi sia un’espressione di Energia.

Tà-dààààààn.

Fotografia di Luce di Alan Jaras, trovata sulla pagina FB "The happiness potion of Plumeria flower", che ringrazio e vi invito a visitare.

Fotografia di Luce di Alan Jaras, trovata sulla pagina FB “The happiness potion of Plumeria flower”, che ringrazio e vi invito a visitare.

Mi rendo conto che si tratti di un concetto ampissimo, perciò cercherò di renderla semplice a costo di risultare naif.

Quando il cantante Moby ci informava che “We are all made of stars” (siamo tutti fatti di stelle) non aveva tutti i torti. Noi condividiamo con l’Universo la materie di cui siamo fatti. Andando più nel particolare, condividiamo anche (seppure a livelli diversi) i legami energetici che legano queste materie. E cosa succederebbe se andassimo ancora più nel piccolo?

Gli studiosi (almeno per quel che ho letto) affermano che tutto è energia. Anche noi.

Quindi a buon diritto potremmo affermare che siamo Energia che cammina, sente, irradia vibrazioni.

Ancora Alan Jaras.

Ancora Alan Jaras.

Per questo io penso che le variazioni del nostro umore non siano dovute semplicemente a fattori meccanici o interni, ma anche e soprattutto alle Energie che scambiamo con altri o con l’ambiente che ci sta attorno. Per comodità chiamo tutto questo “vibrazioni”.

Facciamo un esempio: a volte ci capita di andare a comprare un vestito. Non abbiamo in mente un modello preciso e decidiamo di andare a vedere che c’è di bello nel negozio. Ci capita, a volte, di essere attratti da un particolare abito, anche se lì per lì non lo avremmo mai preso in considerazione.

Probabilmente quell’abito è in sintonia con la nostra vibrazione.

Tutti i giorni della nostra vita noi compiamo piccole e grandi scelte. Come vi dicevo ieri, siamo sempre meno abituati a seguire l’Intuizione, perché siamo schiacciati dalle informazioni esterne e ci dimentichiamo di ascoltare ciò che invece è dentro di noi. Ebbene, io penso che le intuizioni siano attratte dalle “Buone Vibrazioni”.

Immaginiamo noi stessi come delle piccole stazioni radio. E l’Universo come una megaradio gigante. Tutto sta nell’entrare nella “giusta frequenza” che ci completi e ci suggerisca la Vibrazione Migliore per noi e per farci sentire UNO con l’Universo. Non è forse questo un po’ il concetto del Nirvana? Fondersi con l’Energia Universale?

Sono anche del parere che cercare di vivere in uno stato di Buona Vibrazione sia uno scopo che vale la pena perseguire. E sono anche convinta che, quando la nostra Vibrazione non è positiva, modificarla in meglio sia più semplice di quello che sembra.

Ora vi starete chiedendo cosa c’entri la superstizione. Ebbene ne troverete un po’ in ciò che vado a proporvi, ovvero: “Il gioco della pozione magica”:

Prendete una bottiglietta di plastica o di vetro e riempitela d’acqua. Frizzante o naturale, non importa. Sappiate che lungo la giornata dovrete berla tutta (liberamente, durante i vari momenti, in quello non c’è alcuna costrizione). Mentre bevete chiudete gli occhi e immaginate che insieme all’acqua voi ingeriate ciò di cui avete bisogno. Abbondanza, salute, amore…pensate alla parola e alla sensazione che vi darebbe essere circondati da ciò che state “bevendo”. Cercate di ottenere una sensazione di calore e gratitudine per questo.

Se volete, se non vi sembra troppo infantile, potreste creare un’etichetta per la bottiglia d’acqua. Disegnarla con un immagine che vi è cara, con colori che sentite “vostri”, oppure stamparla al computer. Io penso ad una cosa del genere:

fortuna

Sì, le “Persone Equilibrate”  che cercheranno in ogni modo di farvi sentire a disagio non mancheranno, ma: a) non necessariamente dovete sbandierare a tutti ciò che state facendo e b)  avete dalla vostra parte la consapevolezza che state solo giocando. E bere acqua fa bene (altrimenti vi avrei consigliato il rhum). ^_^

PS: Chiunque voglia più informazioni su Alan Jaras, creatore delle foto di Luce, può cliccare QUI.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: