Feed RSS

Scuola di Felicità 1 – Gli strumenti del “mestiere”

Ebbene, giovani Padawan (eh eh), abbiamo “aperto i battenti” con qualche avvertenza. Si tratterà senz’altro di un’avventura un po’ bislacca e forse molti di voi mi manderanno a quel paese sghignazzando e dicendo che vivo nel Mondo della Frutta Candita. E’ vero, se volete vi mando una cartolina, giacché vi si sta benissimo. Ma – assurde giustificazioni a parte (questo vi dimostra quanto io tema ancora il giudizio altrui!) – qualsiasi impresa, grande o piccola che sia – ha bisogno degli strumenti giusti.

Non si va a scuola senza cartella, vero?

Ecco, allora, cosa ci servirà per cominciare. Procuratevi:

 

un quaderno. E lo so che siamo nell’era delle telecomunicazioni, ma il quaderno è più leggero e portabile di un computer e funziona anche se va via la luce o se si scarica la batteria.

una penna. In particolare io vi consiglio dei pennarelli colorati perché, come abbiamo visto in alcuni post precedenti, i colori sono spesso importanti per il nostro umore.

un buon libro (o più). A me non importa quale libro sia, purché voi lo apprezziate molto.

uno o più cd con della buona musica (idem)

un oggetto che vi è caro, possibilmente di piccole dimensioni. Qualcosa che possiate tenere agevolmente in tasca, o in borsa.

Fantasia. Sì, lo so che è una richiesta bizzarra, ma la fantasia è indispensabile. So che moltissimi di voi sono convinti di non averne, eppure tutti ne abbiamo un piccolo tesoro. C’è solo chi riesce a tirarlo fuori più facilmente e chi meno. Vi chiederò MOLTI sforzi di fantasia, soprattutto all’inizio.

E la risposta: “Non sono capace” non è ammessa. Se ci si allena, si impara a fare tutto, persino a sognare.

Fiducia. E’ una parola grande, lo so. Ma io non vi chiedo di avere fiducia in ME o in quello che scriverò io. Lì potrete sbugiardarmi quanto vi parrà, se riterrete che io abbia scritto idiozie. La fiducia che ci/vi serve è, principalmente, quella che si ripone nelle nostre sensazioni. A volte abbiamo emozioni e impressioni molto forti, ma le soffochiamo per paura di come saremo giudicati. Perché affidare agli altri questo potere?

Un po’ di Tempo. So che molti di voi hanno i minuti contati e tanto stress deriva anche da questo. Quello che vi chiedo è di dedicare alcuni di questi minuti agli “esercizi” che costruiremo insieme. Vi prometto che non vi occuperanno troppo spazio e che potrete “pensarli” anche mentre fate altro.

 

Tutto qui. Mi sembra che come equipaggiamento iniziale sia più che sufficiente.

Una piccola nota su uno degli “strumenti”, ovvero la Fantasia: questa parola è spesso usata con una sfumatura leggermente negativa, nel senso che si dice che “ha tanta fantasia” chi si illude di qualcosa. Ecco, farsi i film mentali, le cosiddette “illusioni” non è un male come la società dei pessimisti ci vuol fare credere.

La famosa frase attribuita a Walt Disney “ Se puoi sognarlo, puoi farlo” contiene un fondo di verità. Certo, chi sogna – che so – di volare e andare su Marte forse non vedrà immediatamente la propria aspettativa realizzata, ma…chissà. Se il desiderio e l’immaginazione sono forti, probabilmente, si avvicinerà allo scopo molto più di quanto non avvenga per qualcuno che getta subito la spugna liquidando i propri sogni come “stupidate”. La vita poi ti spinge a diventare impiegato piuttosto che astronauta, ma puoi comunque trovare una via di mezzo e diventare espertissimo di astronomia…capite cosa intendo? La bacchetta magica non ce l’ha nessuno, ma sottovalutare la forza del pensiero positivo e ascoltare piuttosto chi dice che è meglio non sognare per non rimanere delusi è una tra le principali cause di insoddisfazione nel mondo.

Quindi non sentitevi ingenui, per lo meno…non quando siete in questo piccolo spazio. E lasciamo le briglie sciolte a fantasia e immaginazione. Credere è la chiave di tutto: credere che il meglio stia arrivando.

»

  1. O accidenti, non sai come mi calzano a pennello diverse frasi di questo post!
    Ultimamente il sognare ad occhi aperti è lo sport che pratico di più… frenata da mille paure.
    🙂

    Rispondi
    • Ti capisco perfettamente, sai! E, purtroppo, gettarsi alle spalle le paure di non essere delusi è tra le cose più difficili. E’ per questo che serve anche una buona dose di fiducia: avere fiducia fa sì che si tenda a trasformare i “sogni” in azioni concrete. Ne riparleremo senz’altro.
      😀
      Comunque, personalmente, mi rendo conto che a frenarmi maggiormente è il timore del giudizio altrui. L’ho realizzato da poco, ma sono davvero molto sensibile alle osservazioni di chi mi sta attorno, speci e delle persone a cui voglio più bene. 🙂

      Rispondi
  2. Beh, bell’articolo 🙂
    Per fortuna sono abbastanza ottimista di mio, sottoscrivo quel che dici.
    A volte poi, comportarsi come se una cosa la si è già (o quasi…) raggiunta, ci aiuta a raggiungerla sul serio 🙂

    Moz-

    Rispondi
  3. Allora il quaderno come lo vuoi? A righe a quadretti , piccolo grande? Specifica no?! 😀
    Pennarelli colorati – ne ho quanti ne vuoi li frego alla pupa 😀
    Libri anche troppi ( monotematici magari ma mio marito minaccia di buttarmi fuori se non la smetto di comprarli; non sà più dove metterli…..toccherà comprare delle mensole da ikea :D)
    cd di buona musica ci sono ( se mio marito si decide a farmene 1 che gli ho chiesto 2 mesi fà ce ne sarebbe anche uno con musica più recente sigh.)
    oggetto caro presente
    Fantasia non manca anche se un pò fuori allenamento
    Fiducia no problem ( anche in te!)
    Un pò di tempo ….. eh quello scarseggia ma prometto di impegnarmi

    Pronta, armata…via?!

    P.s. non c’entra nulla ma ….. la mia bimba vuole essere Hermione Granger hihihihihi 🙂 sono tremendamente felice di questa cosa 😀

    Rispondi
  4. Allora, il quaderno dev’essere come vuoi tu, basta che tu possa tenerlo in un posto accessibile. Ok, per i pennarelli…in quanto ai libri consigli oal maritino esasperato un bel regalo compleannizio: l’E-book reader. Piccolo investimento iniziale (circa 130 euro), ma poi godimento infinito e basta problemi di spazio. 🙂
    Quanto al tempo che scarseggia, prometto che ce ne vorrà molto poco. 🙂

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: