Feed RSS

Cromoterapia 7 – Viola

Il 7° e ultimo colore dello spettro, quello con la frequenza più corta, è il VIOLA. Amato da molti, osservato con sospetto da tanti altri, talvolta considerato portatore di sfortuna è in realtà una tonalità “spirituale”.

Chakra

Nell’Ayurveda, il Viola è collegato al settimo chakra, che si chiama Sahasrara ed è situato sulla sommità del capo. Sahasrara rappresenta la connessione dell’Uomo con l’Universo ed il Divino.

Viola ed effetti sul corpo

In cromoterapia il viola è utile per porre rimedio ai disturbi della pelle, come le dermatiti. Migliora il funzionamento del sistema linfatico, favorisce l’appetito sano  e il battito cardiaco. Dona luminosità e vigore ai capelli (meglio dello shampoo! Eh eh) Essendo poi il colore dell’intelligenza creativa, ha buon effetto sulla mente in generale, perché favorisce l’immaginazione, il rilassamento, l’equilibrio.

 

Vestirsi di Viola

Chi si veste di viola trasmette essenzialmente fantasia e spiritualità. Se il viola è molto scuro può significare interesse verso l’esoterismo. Questo colore è proprio anche di chi vuole essere originale, senza per questo risultare chiassoso. Essendo un misto tra blu e rosso (agli opposti) è indice di voglia di distinguersi dalla massa.

Chi ama il Viola

Gli amanti del viola sono persone introverse, profonde, spirituali, spesso distratte perché con la mente rivolta ad altre dimensioni. Mancano un po’ di praticità, ma hanno una vita interiore ricchissima. Il viola è essenzialmente il colore degli artisti e dei creativi.

Quando utilizzare il Viola.

Il Viola è molto utile nei casi di ipertensione o, al contrario, di mancanza di concentrazione. Indicato per stimolare la creatività e l’ingegno, immergersi in una luce viola è anche un ottimo modo per rilassarsi senza perdere lo stimolo all’azione. Modera l’irritabilità e frena l’irragionevolezza dovuta agli scatti emotivi.

Quando evitare il Viola

E’ meglio che eviti il viola chi non vuole perdere il contatto con la realtà, chi è distratto al punto di diventare pericoloso per se stesso e per gli altri, chi ha una memoria fallace.

Curiosità

Nel Medioevo la Chiesa vietava – in tempo di Quaresima – qualsiasi rappresentazione teatrale, con grande disappunto degli attori che perdevano i loro guadagni. Per questo il Viola, associato alla ricorrenza cattolica, è considerato per il teatro un colore negativo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: