Feed RSS

Visti per voi: 666 Park Avenue, by Only

Ebbene, la nostra Only deve essersi ispirata alla tematica “da film horror” di oggi e ci ha lanciato – fresca fresca – le sue impressioni sul pilot di una serie che, per lo meno negli Stati Uniti, prometteva brividi…

Forse qualcuno di voi si ricorda il popolare film “L’avvocato del Diavolo”, uscito nel 1997.

La pellicola, con i suoi alti e soprattutto bassi (almeno per la sottoscritta) riproponeva un tema non certo nuovo ma sempre intrigante: la vendita della propria anima al diavolo in cambio di qualsiasi cosa. Successo, soldi, potere e chi più ne ha più ne metta. La soddisfazione delle proprie ambizioni permette di fare una gran bella vita, almeno finché il maligno non si rifà avanti per riavere quanto è stato pattuito.

Non stupisce affatto che questa idea rifaccia capolino nel nuovo telefilm proposto dalla ABC: siamo in anni di grande rispolvero di tutte le tematiche soprannaturali, quindi la grande emittente americana  ritenta il colpaccio andatole a segno con Once Upon a Time adattando per la TV i romanzi della scrittrice americana Gabriella Pierce.

666 Park Avenue” ha esordito sui palinsesti americani il 30 settembre 2012 e fino ad oggi sono stati trasmessi sei episodi.

Iniziamo dai protagonisti introdotti nel Pilot, non certo facce nuove ai veri telefilm addicted.

Rachel Taylor:

da Grey’s anatomy;

Dave Annable:

da Brothers & Sisters;

Terry O’Queen:

c’è bisogno di dirlo? Da Lost.

Una giovane coppia risponde all’annuncio messo dal Drake Palace, situato al 999 (non 666, era troppo facile altrimenti) di Park Avenue, New York, per la ricerca di un nuovo amministratore.

I due otterranno il lavoro e insieme un appartamento da sogno in uno dei più prestigiosi palazzi di Manhattan. Il lavoro sembra fantastico e i vicini, datori di lavoro compresi, veramente simpatici: possibile che sia davvero oro tutto quello che luccica?

Ovviamente no, visto che il Diavolo ci ha messo… la coda (in questo caso del frac, perché il sig. Doran sa come vestirsi).

Il telefilm non mi ha fatto strappare i capelli dall’entusiasmo, lo ammetto, però l’ho trovato per ora un prodotto ben fatto e tutto sommato guardabile: avvincente la trama, molto bella l’ambientazione newyorkese, Drake Palace in testa. Chi non vorrebbe vivere in un posto così?

Poi certe mise dei protagonisti, per le fashion victim sono da mano sulla fronte e bocca aperta: eh sì, perché qua il Diavolo non veste magari Prada ma di sicuro un sacco di altra roba interessante!

Però, però. Torniamo con i piedi per terra (tanto questi abiti mica possiamo permetterceli!) e analizziamo anche le magagne di questo telefilm, perché purtroppo non mancano.

Alcune, anzi parecchie delle varie sottotrame raccontate in ogni episodio (che non vi svelo per ovvii motivi) hanno uno sviluppo un po’ scontato. Riprendono qua e là da altri telefilm, altri libri, altri film anche celeberrimi. Non va bene, perché questo toglie tensione narrativa al tutto.

Terry O’Queen si conferma un bravissimo attore e soprattutto è molto nella parte, ma non posso dire lo stesso dei due coprotagonisti, Rachel e Dave.

Lui mi sembra molto spaesato: Si starà ancora chiedendo, come me, perché cacchio hanno fatto finire Brothers and Sisters in quel modo?

Lei per essere una che vuole dimostrare di valere molto, mi sembra un po’ ingenua: siamo a New York, una perfetta sconosciuta ti regala 4000 dollari di abito e non ti poni neanche una minima domanda? Siamo seri…

Purtroppo, le perplessità non sono evidentemente solo le mie in quanto la serie come ascolti sta andando malino: di questi tempi è sufficiente per farsi cancellare, specie con reti come la ABC che pretende sempre il massimo (in termini di rating) dai suoi telefilm.

Staremo a vedere: qua ci vuole qualche trovata molto geniale per accontentare l’esigente palato del pubblico americano. Vedremo se gli sceneggiatori saranno capaci di inventarsi qualche cosa.

Noi, o almeno io, staremo a guardare dandogli fiducia. Speriamo che la pausa natalizia porti consiglio e qualche buona idea.

By Only

Una risposta »

  1. Purtroppo sono stata profetica: venerdì la ABC ha annunciato la cancellazione della serie, che si fermerà quindi a 13 episodi, tutti quelli girati.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: