Feed RSS

This is Halloween 7 – Dove Festeggiare

Molti di voi non festeggiano Halloween, perché è una festa “troppo commerciale”. Il che è comprensibile. Sinceramente l’idea di andare in un locale qualsiasi non stuzzica neanche me, sarà che non sono un’amante della discoteca in generale e mai lo sono stata.

Il consiglio universale è una festicciola in casa, ma qualcosa di tranquillo: dolciumi, maschere autoprodotte, un po’ di musica e quattro chiacchiere davanti ad un bicchiere di vino speziato. Di quello buono, però.

Con questo freddo, mi sembra un’opzione dignitosa.

Se però volete qualcosa “di più” , secondo me potrebbe essere molto divertente andare a Gardaland (sì, per par condicio dovrei dire anche  “o Mirabilandia”, ma lì ancora non ci sono mai stata e sono una Gardalandofila convinta!) proprio in questo week end. Il parco è stato aperto tutti i fine settimana del mese di ottobre e lo resterà fino al 4 Novembre con particolari decorazioni e spettacoli espressamente dedicati proprio ad Halloween.

Una veduta della celeberrima Valle dei Re con le decorazioni a tema.

Ci sono andata per tre anni di fila e, anche se chiude alle 22.00, vi posso assicurare che è uno dei periodi più belli per andare. E’ vero che, a causa del freddo, non si possono fare i giochi ad acqua, ma c’è molta meno gente che in estate e primavera ed è simpatico vedere le maschere in giro e le bancarelle addobbate di zucche e fantasmini… Insomma, questa soluzione è sicuramente molto d’atmosfera e, se avete dei bambini, è qualcosa che li farà sicuramente felici. (ma secondo me anche se non li avete. Insomma, dai, l’avrete capito, sto cercando di farmi consegnare la cittadinanza onoraria di Gardaland, mi piace troppo! 😀 ).

Ovviamente, con la crisi, capisco che Gardaland sia una possibilità che non tutti possono permettersi.

Per chi abita in Toscana o nelle zone limitrofe, per me, esiste un’alternativa che non lo fa rimpiangere: si tratta dell’Halloween Night che si tiene a Borgo a Mozzano, un paesino nei pressi di Lucca che vanta ormai 19 anni di tradizione e di “Notti Nere”.

ATTENZIONE, PERCHE’ A CAUSA DEL PREVISTO MALTEMPO LA NOTTE NERA DI QUEST’ANNO E’ SPOSTATA A VENERDI’ 2 NOVEMBRE.

 

Borgo a Mozzano è famoso in zona per il Ponte dei Diavolo, una sinistra costruzione medievale presso cui, si diceva, si riunissero le streghe per celebrare il loro Sabba. Leggende e vecchie storie legate ai fantasmi, ai demoni e al campionario di creature infernali che il folclore ci offre, qui, sono strettamente legate al territorio. Così, nel 1993, è fiorita l’idea di una celebrazione di Ognissanti che riprendesse le tradizioni (c’è infatti anche una ricostruzione storica) e fosse al tempo stesso fonte di divertimento e festa con gli amici.

Suggestiva immagine del Ponte del Diavolo.

Il risultato è La Notte Nera, piena di maschere, spettacoli, art shop, mercatini, buon cibo e risate. Ci sono stata l’anno scorso e mi sono divertita tantissimo.

Solo un consiglio: scegliete una maschera che vi copra bene, perché il posto è un po’ umido e tutto (o quasi) si svolge all’aperto, perciò rischiate di aver freddo! L’anno scorso io me la sono cavata con un po’ di lana addosso…ma diciamoci la verità: i travestimenti di Halloween sono belli anche perché sotto un mantello nero potete mettere quello che volete.

Qui il sito ufficiale della Notte Nera, se volete saperne di più.

Vuoi leggere gli altri post di questa serie? Clicca qui sotto:

– This is Halloween 1 – Samhain

– This is Halloween 2 – Jack O’Lantern

– This is Halloween 3 – La Strega

– This is Halloween 4 – Trick or Treat?

– This is Halloween 5 – Letture “made in Italy”

– This is Halloween 6 – Un dolcino da sbafare per i festeggiamenti

»

  1. Uh, bello il link alla festa dove sei andata l’anno scorso, non la conoscevo.:)

    Rispondi
  2. Credo sia doverosa una precisazione sul famigerato ponte del diavolo. Fu Matilde di Canossa a volerne la costruzione, ma in realtà quel ponte è stato intitolato a Maria Maddalena. Secondo le fonti eretiche, la grande Matilde di Canossa era a conoscenza della verità alternativa di Gesù e Maria Maddalena, che la Chiesa celava, la quale Chiesa, sempre secondo tali fonti, si è ben premurata di diffondere in quel luogo la leggenda del muratore, (fatto strano: da chi va il muratore a dire che ha fatto un patto con il diavolo? Dal prete del posto, ovviamente…) Quel luogo è intriso di mistero, sì, ma non certo demoniaco come adesso si pensa! Purtroppo! 😦 Il vero nome del ponte ancora oggi è Ponte della Maddalena! Per altro, la statua di Matilde si trova all’interno della Basilica di S.Pietro, il che la dice lunga sulla donna in questione e il prestigio che ha ottenuto all’epoca, un prestigio che neppure la Chiesa ha potuto occultare ^_^ (in realtà, il vero motivo della presenza della sua statua, sempre secondo le fonti, si dovrebbe a un particolare Papa del secolo di Matilde)! E’ una cosa molto strana, perché all’interno della Basilica ci sono solo statue prettamente maschili di Papi o santi…

    Rispondi
  3. Grazie, per l’interessantissimo approfondimento! 😀 Credo che l’enfasi sul Diavolo, comunque, faccia molto comodo ai promotori della Festa, visto che fa molta “scena” per una celebrazione come Halloween…:D

    Rispondi
  4. Anche io rimango a casa, però vado in quella degli amici, a cucinare 😉

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: