Feed RSS

Quando meno te l’aspetti

E dopo il post polemico, una piccola scintilla: ieri, come vi dicevo, ho fatto il mio giretto con “non te lo dico” e la sua stupenda bambina, dopodiché sono andata a fare la spesa. Le casse erano come al solito piuttosto affollate, Presso una di queste noto una ragazza vestita in maniera punk, capelli corti a spazzola, maglietta stampata, tatuaggi e piercing un po’ ovunque. E aveva un solo oggetto in mano. Mi accodo a lei e cinque secondi dopo arriva sua sorella: biondina, minuta, ordinata…con un carrello intero di roba. Poi la sorella si ricorda qualche altro acquisto e schizza via.

La punkettona allora mi dice: “Signora (signora a chi? Arghhh. Ma questa è un’altra storia) passi pure, io tanto aspetto mia sorella.”

L’ho ringraziata di cuore ed ho iniziato a mettere la mia spesa sul nastro trasportatore.

Se non che, torna subito la biondina che, allibita, chiede sottovoce alla sorella se le sono passata avanti con prepotenza e alla sua risposta negativa comincia ad inveire perché mi ha lasciata passare.

Io stavo per voltarmi, ma miss Punk l’ha messa a tacere con un: “Guarda che un po’ di gentilezza non guasta mai!”

Mi si è aperto il cuore. E mi sono chiesta quanti avrebbero pensato che un aspetto così aggressivo celasse la Gentilezza: IO NO, MEA CULPA!!!…ma la Gentilezza è un po’ ovunque, grazie al cielo! Scema io a non averla riconosciuta alla prima occhiata!

»

  1. Un tempo ero una Dark,una di quelle vestite tutte di nero per sino unghie nere,,,ora odio il nero…ma questa è un altra storia, ho frequentato gente,non molta a dire il vero, stravagante nel vestirsi e per obbligo (dall’altra parte esistono) gente tutta a modino, ho sempre diffidato dalle ragazze collettino stile college e gonnellina larga al ginocchio, e il tempo ha dato ragione alla mia intuizione, vi è più anima dietro un punk che le gonnelle da suora,
    L’una ribelle fuori dalle schemi ma nel suo essere ha già compreso che nel sistema qualcosa non torna,l’altra inarridita da una severa educazione che ne ha creato un robot,sempre pronto ad esplodere da un momento all’altro per i suoi istinti repressi.
    Nella prima la gentilezza è innata e libera scelta,libero valore,nell’altra un atto da esternare per bon ton e perchè si deve ma in realtà non vorrebbe.

    Ciao

    Rispondi
    • Chissà, non ho avuto il tempo di fare un’analisi approfondita come la tua (avendo sempre girato in ambienti metal, però, so bene che l’abito non fa il monaco^^). Tuttavia la gentilezza della prima mi ha molto colpita, contrapposta soprattutto all’acidità mostrata dalla seconda ragazza. 🙂

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: