Feed RSS

Noi madri snaturate 2: Il primo linguaggio…”interessato”. By Only

Only è appena tornata dalle vacanze (beata lei) e nella marea di cose da fare ha trovato il tempo per un articolo interessante…quando si dice che i bambini ci stupiscono sempre!

Qualche giorno fa mi è capitato di  meditare sulle prime parole pronunciate da mio figlio.
Ero in un momento di ozio totale, lo ammetto, quindi la mia mente viaggiava un po’ a caccia di ortiche mentre mi chiedevo quando fosse effettivamente casuale la scelta delle prime parole che un bambino decideva di pronunciare per farsi comprendere in un linguaggio che non fosse più quello dei segni (o dei pianti, che è ancora peggio!).
E sapete cosa ne ho dedotto?
Che di casuale secondo me non ce n’è neanche un briciolo!
Il mio piccolo tornado, come penso tutti gli altri bambini, ha subito capito che gli conveniva imparare a pronunciare le parole che gli avrebbero dato subito un tornaconto personale, che gli sarebbero servite a sopravvivere nella sua quotidianità ma soprattutto, gli avrebbero dato piacere.
Non mi credete? Pensate esageri?
Andiamo indietro di qualche mese.
Ebbene, la prima parola pronunciata da Hurricane ai tempi non è stata “mamma” o “papà”, ma…”palla”.
E’ ovvio, mi viene da dire ora: i genitori erano lì a portata di zampa e non serviva chiamarli, ma quando ancora non camminava nessuno capiva quando voleva che gli fosse portato quel bell’oggetto tondo e lucente che era il suo gioco preferito…ed ecco la prima parola!
Seguita a ruota da “pappa”, e chiunque conosca un briciolo mio figlio dal vivo non ha bisogno che gli spieghi il perché sia stata quella la seconda..
Poi è arrivato il “vojo”, da sempre nella top ten delle sue parole preferite, nel 99% dei casi associata a oggetti sciagurati e pericolosissimi, dal cacciavite al coltello del sushi.
Da lì al “non vojo” il passo è stato breve, e nel 99% dei casi è associato al cambio del pannolino…ma i maschietti sono tutti così zozzoni??
Ah, poi c’è la parola preferita. Il NO, detto… scandito e anche ripetuto. Spesso associato da deciso diniego con la testolina e insieme con la mano, nel caso Hurricane sospetti che il genitore sia un po’ duro di comprendonio.
Poi secondo voi è venuto il…SI???? Ma anche no. Di quello non se ne parla ancora. Non l’ho mai sentito pronunciare, tanto che ho in frigo una bottiglia di spumante pronta da essere stappata al primo pronunciamento della parola. Il SI è ancora un cenno del capo, spesso timido, sperando forse che non sia percepito del tutto. A ventun mesi ha già capito che “il sì” è un bene prezioso, da non elargire tanto spesso e da negoziare a lungo…………………………..è già pienamente proiettato nel ventunesimo secolo!
Mentre ancora aspettiamo il SI si fa uno sperticato uso del “di là”, per indicare la rotta da seguire in caso di spostamenti su mezzi di qualsiasi tipo. Ovviamente il di là è sempre la direzione opposta a quella che avremmo scelto noi.

Insomma, quando aspettavo con ansia che mio figlio pronunciasse le sue prime parole ero certa che mi avrebbero semplificato la vita, perché finalmente avrei potuto farmi capire.
Invece, come è giusto che sia, le prime parole sono state per semplificare la vita a Sè stesso, perché come ogni persona sulla faccia della Terra, anche un bimbo, per prima cosa, afferma la sua individualità. E poi interagisce con quella degli altri, genitori compresi.

Una risposta »

  1. e ti dirò di più cara Only.. la “S” è proprio la consonante che imparano più difficilmente…… sarà un caso!!!
    Approvo in pieno.. ma come dargli torto!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: