Feed RSS

La profezia dell’armadillo, di Zerocalcare

Se guardate qui a lato, tra i blog degni di frequentazione, l’ultimo che troverete (last but not least, wordpress usa l’ordine alfabetico!) è quello di Zerocalcare. Già questo è il biglietto da visita del giovanotto, di cui non so nulla se non che si chiama Michele, più quello che lui stesso lascia trasparire dalle sue strisce, ovvero: che è dde Roma, che è un portabandiera dell’Orgoglio Nerd (e per questo me lo sento vicino, anche se non lo conosco e non lo conoscerò mai), che ha 28 anni, che simpatizza per i centri sociali e che disegna e scrive da genio.

Questa volta sono stata io a pungolare il Pusher, Colui-che-non-deve-essere-nominato-ma-c’ha-la-fumetteria-etc.etc., perché ho scoperto Zerocalcare in rete e – come un saaaaacco di altri – non vedevo l’ora che qualcuno ristampasse il suo primo albo: “La profezia dell’Armadillo“, che nelle prime edizioni è andato letteralmente a ruba (e te credo).

Ci ha pensato, finalmente, la Bao Publishing, sfornando l’opera a colori. Ora, “La profezia dell’Armadillo” costa 16 Euri, mannaggialloro, e devo dire che di primo acchito il prezzo mi sembrava abbastanza gonfiato. Poi però ho pensato a tutte le tavole che Zerocalcare pubblica quasi settimanalmente su internet: quelle sono gratuite, spassose, disegnate benissimo. Quindi con il mio obolo non solo ho compiuto l’acquisto, ma ho sentito di voler premiare anche il lavoro “quotidiano” di un artista.

Sì, non sto esagerando: Zerocalcare è un artista. E’ bravo, davvero bravo, perché in questa raccolta (sono circa 143 pagine) riesce a regalarci una piccola parte di sé attraverso una serie di episodi apparentemente autoconclusivi che vanno poi a comporre una storia più ampia – e molto più malinconica di quanto si possa immaginare.

Diciamo che “La profezia dell’Armadillo” è a suo modo una storia d’amore, cosa che non mi aspettavo affatto. Il titolo, per una volta, NON E’  tutto un programma. L’autore dice che è una profezia dell’Armadillo  qualsiasi previsione ottimistica fondata su elementi soggettivi e irrazionali spacciati per logici e oggettivi, destinata ad alimentare delusione, frustrazione e rimpianti, nei secoli dei secoli. Amen.

Le strisce riguardano la vita quotidiana di Zerocalcare e dei suoi amici, tra i flashback dedicati ad episodi d’infanzia e i momenti della vita da pseudo-adulto. Tutto è raccontato con uno humor malinconico che spiazza, accompagnato da disegni dal tratto personalissimo ed accattivante. C’è anche spazio per una riflessione sul tempo che passa e sulle occasioni sprecate, ma senza mai la pretesa di sottintendere una morale.

Zerocalcare è un po’ come uno che conosci da tanto tempo, che non vedi l’ora di invitare a casa – ben sapendo che rifiuterà perché preferirà starsene tappato nella sua tana a guardarsi il Dottor House. E questo modo di accalappiare il lettore è raro ed è un grandissimo pregio.

E ora scusate, ma ho appena visto che sul blog ha pubblicato una nuova storia e mi fiondo a leggerla!

»

  1. ecco, volevo prenderlo anch’io ma poi m’è venuto il dubbio che fosse troppo simile alle strisce settimanali. Che pure adoro, però sai… è il dilemma del film del cabarettista, che a volte è solo un collage di sketch già visti.
    Mi pare di capire che non sia il caso di Calcare, però…

    Rispondi
    • Secondo me le strisce settimanali sono più divertenti. Questo è più…come dire…malinconico. Però a me è piaciuto e infatti credo che acquisterò anche la sua Ultima Fatica, che dovrebbe chiamarsi qualcosa come..”Il polpo alla gola”, mi pare. 🙂

      Rispondi
      • sì, è quello 🙂 e Amazon me li dà scontati entrambi… vediamo che si può fare. Dopotutto mi ha rallegrato tanti lunedì, specie nei lunghi mesi passati in trasferta. Se lo merità 😉

  2. Pingback: Un Polpo alla Gola, di Zerocalcare « La Zitella Felice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: