Feed RSS

Una storia come tante (purtroppo).

Davanti all’azienda dove lavoro c’è un piccolo bar. D’estate lo gestisce una ragazza (beh…ragazza, diciamo che non è più di primo pelo) di origini russe. Ha un modo di vestire molto giovanile, non è una bellezza ma non si può nemmeno definire un cesso ed ha un modo di fare molto affabile con tutti.

Ora, succede che un tizio crede di “innamorarsi” di lei. Lei gli dice gentilmente che è già fidanzata (è vero). Da quel momento, è il delirio.

Ogni giorno, ogni santo giorno, Lei trova un danno alla sua auto. Ruote sventrate, portiere rigate, paraurti sfondato. Ha già dovuto cambiarne una.

Parla con lui. Gli fa parlare dalle amiche e dal fidanzato. Niente. Dopo pochi giorni, danni ancora maggiori.

Le denunce ai carabinieri non si contano. I suddetti carabinieri NON FANNO NIENTE.

Oggi stavo prendendo il cappuccino e lei mi ha raccontato la sua storia, di fronte ad una sua amica, ad una cliente occasionale e ad un cliente fisso, che lavora qua vicino.

LEI: “…e quindi stamattina di nuovo. Portiera rovinata. Va bene che la macchina costa poco, non me ne posso davvero permettere un’altra nuova, però…”

IO: “Ma…l’hai denunciato, vero?”

CLIENTE OCCASIONALE (DONNA): “Eh, ma tanto è inutile. Io non lo denuncerei.”

IO: “E brava, così questa gente ci marcia su.”

LEI: “No, veramente l’ho già denunciato, tante volte. Ma mi dicono sempre che non possono fare niente.”

IO: “Come non possono? Lo stalking è un reato configurato.”

AMICA: “Sì, ma, guarda, sono scandalosi. Aspettano che invece di dare un colpo di cacciavite all’auto lo dia a lei.”

CLIENTE ABITUALE (MASCHIO): “Cosa? E’ successo di nuovo?”

LEI: “Sì, guarda non ne posso più.”

C.A.M: “Ma la macchina?”

LEI: “Sì.”

C.A.M.: “Ha ha, ha fatto bene.”

Ora, io lo so che il poverino scherzava. Ma lo stesso ho dovuto sfrecciare via per reprimere l’impulso di dargli un calcio in bocca gridando: “ma che cazzo ridi, imbecille?”

Infine, un’ultima considerazione: io questi NON INTERVENTI  delle forze dell’ordine non me li spiego.

Non riesco proprio a capire. Vengo a denunciare più volte, ti porto le prove oggettive che qualcuno sta danneggiando una mia proprietà con dolo e tu che fai? Niente?

Poi la cronaca nera si riempie del sangue delle donne, per mano di sub-umani.

Se c’è un inferno, spero che si apra loro sotto i piedi.

 

»

  1. senza parole!!! dille di andare da Doppia difesa quello con la Hunziker.. magari…..

    Rispondi
  2. ma la barista non può ottenere neanche una diffida? Nulla?Se penso che pochi giorni fa delle persone sono state condannate a pene detentive per aver danneggiato non persone, ma delle COSE durante il g8 di Genova…

    Rispondi
  3. Dovrebbe sentire il parere di un avvocato: probabilmente i carabinieri potrebbero anche essere denunciati per omissioni di atti d’ufficio. Anche se non volesse imbarcarsi in quest’impresa, sono sicuro che se si presentasse in caserma con l’avvocato le darebbero molta più retta: purtroppo spesso per far valere i propri diritti bisogna mostrare i muscoli.

    Rispondi
  4. parlavo proprio dieci minuti fa del “potere” delle forze armate nel nostro paese.. io mi trovo nella bella sicilia ma con tanti problemi.. purtroppo funziona così, e non dovrebbe essere così, o ti difendi da solo o chissà che ti succede.. Speriamo che per questa ragazza qualcosa si smuova

    Rispondi
  5. Aaargh rabbia cocente rabbia. E poi c’è chi si chiede come mai ci sono donne che ancora lamentano la mancata parità dei sessi. Uno le distrugge la macchina, si presagisce l’aggressione e un deficiente ride. Ecco. Sei donna, mica vorrai anche la legge dalla tua parte? Sei nata con il sesso sbagliato e mò t’attacchi.
    Ddddio che rabbia. Ma che rabbia. Mmmma che rabbia.
    Complimenti per il sangue freddo, io credo che sarei scesa nel turpiloquio…

    Rispondi
  6. Quando vengo a conoscenza di queste cose provo rabbia perché ‘sento’ che è una cosa ‘brutta’ e impotenza perché non so cosa fare. Purtroppo IMHO questa società non ‘attua-in-tempi-rapidi’ dei feedback (in questo caso negativi) appropriati verso ogni componente-del-sistema che si comporta ‘male’. Di seguito alcune frasi tratte da uno dei miei libri preferiti “Passi verso un’ecologia della mente” di Gregory Bateson editore Adelphi; un genio del xx° secolo (antropologo, sociologo, psicologo, semiologo, linguista e studioso di cibernetica).
    (Approfitto di questo blog molto seguito per pubblicizzare Bateson! Ne vale la pena! :-)!).
    Nel 1942 Bateson partecipa al primo di una serie di incontri fra scienziati di varie discipline in cui vengono poste le basi per la scienza della Cibernetica. Nella visione cibernetica ogni sistema organizzato si caratterizza per la coordinazione delle sue parti componenti e per il controllo che alcune di esse esercitano su altre attraverso meccanismi di scambio di informazioni di tipo circolare.
    Il feedback è il concetto basilare di questa scienza. Feedback “positivo” quando un messaggio attiva risposte che amplificano il movimento di un sistema nella stessa direzione. Per esempio quando ad una sfida si risponde con una sfida superiore, quindi ancora una nuova sfida e così via fino alla violenza.
    Feedback “negativo” quando la risposta è una disattivazione dell’amplificazione per ritornare ad uno stato di equilibrio. Per esempio quando ad una sfida si risponde con un sorriso e la nuova risposta è prima di sorpresa e poi una risata, fino alla calma.”

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: