Feed RSS

La percezione del femminismo

Sono davvero stufa di sentir bollare la parola “femminismo” come negativa.

Lottando contro la cultura del “sippperòvoinonpotetefareilmuratore”, mi sento come davanti ad una montagna, che sta lì da mille anni e non si muove. E pazienza se gli uomini continuano a portare sassolini alle sue basi, ma quando sono le donne a farlo…

Non riesco a credere – non ci riesco davvero – che alcune donne vedano la parola “femminismo” negativamente e per queste ho una serie di domande.

Vi sentite forse più intelligenti, più “moderate”, più apprezzate?

Non lo vedete il  sottile disprezzo con cui vi parlano? Non la vedete la condiscendenza con cui vi trattano? Non vi accorgete che per ogni cosa dovete sudare il doppio, per essere considerate meno della metà? (ES, stupido: Sai cucinare bene? E’ il tuo dovere, cazzo. Il tuo ragazzo cucina bene? WOOOOOWWWWWWWWW!!!)

Ma davvero non ci pensate mai?

Se non avete mai vissuto un episodio di discriminazione, vi ha mai sfiorato il dubbio che forse, e dico forse, non è perché la discriminazione non esiste, ma perché VOI non ve ne siete accorte?

E invece vi hanno inculcato che se siete femministe odiate gli uomini.

Se siete femministe resterete sole, perché gli uomini si spaventano.

Che  “dovete stare al vostro posto”, o “ricoprire il vostro ruolo”, perché è innegabile che siamo diversi. Laddove, però, la nostra diversità è tutta a nostro svantaggio perché LORO hanno messo le cose così.

E guardate che non sono stati gli uomini a insegnarvi queste cose. Sono state le vostre MAMME. E non ve l’hanno mica mai detto esplicitamente. Se l’avessero detto, avreste potuto rispondere loro un “Non dire sciocchezze, mamma.”

Ve l’hanno trasmesso negli atteggiamenti, nei comportamenti, nelle convinzioni, persino – mio dio – nella religione. Nelle fiabe, nei romanzi, sui giornali, in televisione…non c’è altro.

Per fortuna, poi, c’è la realtà sotto gli occhi di tutti. C’è – purtroppo – anche la violenza.  E questa non si può ignorare. Forse è la violenza che fa aprire gli occhi, anche quando è qualcun’altra ad avere la sfortuna di subirla. Non si può non pensarci un poco.

Magari poi arrivate alla conclusione che LORO vogliono, ovvero: “Beh, un po’ se l’è cercata. Perché era ubriaca, capite?” Ma non regge. E se ci pensate ancora un po’, ve ne accorgerete. Potrete pensare di avere molto più buon senso e non andare alla stazione di notte e ubriache, ma capirete che poteva succedere a voi. In casa. Sotto un burqa. E che perciò con quel “se l’è cercata” state dicendo una stronzata immensa.

Il femminismo significa riflettere TUTTI INSIEME, maschi e femmine, sull’andamento della società. Non c’è odio, se non quello che subiamo da parte di individui che fanno dubitare della loro sanità mentale. C’è riflessione. Una riflessione urgente, perché in Italia la violenza sule donne è all’ordine del giorno e  perché, sembra impossibile, ma c’è qualcuno che cerca di negarla e giustificarla, qualcuno che cerca addirittura di ribaltare la frittata e – nel clima di incertezze che ci troviamo ad affrontare – trova persino eco mediatico.

Se pensate con le vostre teste, uomini o donne che siate, NON POTETE NON ESSERE FEMMINISTI.

Restituiamo al termine il suo giusto significato: il femminismo è rivendicare il diritto di essere noi stesse, in tutte le nostre sfumature (che sono molto più di cinquanta…), è qualcosa che dovrebbe essere naturale per tutti ed invece non lo è.

Continuiamo a farci delle domande.

Saremo sempre diversi, ma – ricordate – sempre sulla stessa strada, nella stessa direzione e, soprattutto, per mano.

»

  1. Gli ismi portano solo guerre e incomprensioni. Se siamo contro il maschilismo, dobbiamo anche essere contro il femminismo. Se siamo contro il fascismo, dobbiamo anche essere contro il comunismo.

    Rispondi
    • Scusa, ma…chi lo ha detto? “Ismo” è un suffisso che ha assunto unna connotazione negativa perché è stato dato alle parole un significato “estremo”. Il Femminismo non è estremo, è qui che lo si vuol far fallire. Pensiamo più alla parola che al contenuto, il che è aberrante.

      Rispondi
  2. penso che il femminismo (almeno il femminismo di un certo tipo, perchè ce ne sono tanti che hanno opinioni molto diverse tra loro, pensiamo ad esempio, alla questione della pornografia) sia avvertito da alcune donne come qualcosa di prescrittivo per cui le femministe sono quelle che vogliono negare alle donne il “diritto” di essere belle, sexy o vanitose (da qui il luogo comune della femminista sciatta, pelosa che deprime l’estetica, rifiuta l’erotismo eccetera), quelle che denigrano in blocco matrimonio e maternità considerandoli sempre e comunque veicoli di schiavitù per le donne.
    Questo non è vero anche se come in tutti i movimenti di liberazione esistono anche posizioni estreme e radicali che però non sono le uniche esistenti, ciò che è importante delineare è che non esiste un unico femminismo.
    Per quel che concerne me: io non so se sono “femminista”, penso che un uomo non possa definirsi tale, io credo solo che donne e uomini siano pari moralmente e intellettualmente nel bene come nel male, che essere moglie e madre (e persino casalinga) debba essere una scelta e non un destino obbligato e penso che ognuno/a deve essere libero/a di vivere come vuole e come può anche facendo i propri errori

    Rispondi
  3. Ciao, non so se sai il francese, ma a tal proposito mi permetto di consigliarti un podcast dalla trasmissione “ça peut pas faire du mal” di Radio France Inter; nella puntata interamente incentrata sulle donne sono riportati brani di scrittrici famose che dell’orgoglio di essere donna hanno scritto pagine, a mio parere bellissime.
    http://radiofrance-podcast.net/podcast09/rss_11262.xml

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: