Feed RSS

DonneViola

 

Save194

Non è una lotta fine a sè stessa.

Difendere la 194 non significa voler abortire.

Significa semplicemente voler scegliere.
Mai come in questo periodo i nostri diritti sono sotto attacco.
La marcia pro vita in questo senso è stata emblematica.
Integralisti cattolici che marciano fianco a fianco dei neo fascisti per manifestare non a favore della vita, come da loro programma, ma a favore di una dittatura.

La dittatura delle idee.

Una dittatura infida, che si insinua senza troppo clamore nelle pieghe della società.
Si fa strada aggirando gli ostacoli.

Se la 194 non si può eliminare si può però aggirare sostenendo e promuovendo l’ obiezione di coscienza.

Sono pochissimi infatti i medici presenti nelle strutture ospedaliere che non obiettano.

A questi ultimi vada tutta la nostra solidarità e comprensione, ben sapendo quanto sia complesso il loro compito in tempi di aziendalizzazione delle strutture sanitarie e profitto…

View original post 128 altre parole

»

  1. Concordo. Bisogna agire, o quanto meno non restarsene zitti. La libertà viene negata fin da subito ove c’è omertà, dove non si parla, dove il silenzio è segno di pensiero negato o, peggio, di assenza di esso. Cioè, proprio il clima che vorrebbero imporre i “signori” che, oggi, avversano la 194, e domani chissà quale altro diritto vitale.

    Rispondi
    • Ti giuro che mi viene l’ansia, per cose come questa. Temo che – oltretutto – si tocchi un tema così importante per dirottare l’attenzione e far passare qualche altra porcata!!!

      Rispondi
      • Può essere, può essere… Non me ne sorprenderei! Come se quella gente, per qualche barlume d’etica ancora attivo nel loro subconscio, si rendessero conto di quanto siano deviate e devianti le proprie idee, e dunque di come debbano giocare sporco per imporle!
        Non si può che non starsene zitti, appunto, e ridicolizzarne il senso con tutta la fermezza del caso (alla maniera di Bakunin o di Voltaire, mi viene da dire…), dacché scendere sullo stesso loro piano per discutere è come combattere contro il vento, come sai bene… E, appunto, quelli sul silenzio e sul non-sono-fatti-miei ci marciano alla grande.

        Nota finale a parte: il tuo blog è sempre migliore! Complimenti!

      • Ti ringrazio tantissimo. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: