Feed RSS

Alle mie amiche a cui “non piace il femminismo”

Ebbene  sì, mi capita qualche volta di chiacchierare con qualche ragazzA e, quando dico che sono femminista, vederla arricciare il naso e sentirla dire “Nonono, io non sono femminista!”, guadagnandosi, poi, l’occhiata di approvazione del maschietto di turno seduto accanto a noi.

Tristessssss.

Benedetta figliuola, ti dirò due cose. La prima mia, la seconda di Caitlin Moran – che abbiamo imparato a conoscere per via del suo libro.

1) L’idea che hai del femminismo è stata macchiata dalla strisciante subcultura maschilista che vorrebbe accusarci di odio verso l’altro sesso, o di rivendicare una presunta superiorità, ma non corrisponde al vero. Noi chiediamo la parità dei diritti umani e la chiediamo anche per te. Il che comprende libertà di pensiero, azione e atteggiamento, senza dover subire ostracismi. Libertà sul lavoro, libertà nello svolgere un mestiere casalingo. Pensaci, la prossima volta che un collega maschio ti dirà “Però….sei ANCHE intelligente, chi l’avrebbe mai detto!”

2) Caitlin Moran lo spiega così:

Ricordate, lo scopo del femminismo non è creare un tipo di donna. L’idea che esistano tipi di donna intrinsecamente sbagliati o giusti è ciò che ha rovinato il femminismo: la convinzione che “noi femministe” non saremmo disposte ad accettare ragazze un po’ superficiali, o ignave, ragazze che fanno le stronze con le altre, ragazze che assumono collaboratrici domestiche, ragazze che stanno a casa con i figli, ragazze che guidano Mini Rosa con l’adesivo “Va a cipria!”, ragazze col burka o ragazze a cui piace credersi sposate a Zach Braff di Scrubs e che sognano di fare sesso con lui in ambulanza di fronte al resto del cast, con tanto di applauso finale. Sapete una cosa, care? Il femminismo vi abbraccia tutte. Che cos’è il femminismo? E’ la convinzione che le donne debbano essere libere quanto gli uomini, per quanto siano stupide, tonte, illuse, malvestite, grasse, pigre, compiaciute, o con i capelli un po’ radi.

Siete femministe? Ah ah ah! Certo che sì.

»

  1. M’immagino il nervoso… a me queste cose mi mandano in bestia. Voglio dire, posso capire un maschio che non ci pensa, perché magari è un problema che non si pone. Ma noi da quando si nasce non le possiamo neanche contare le volte che il problema ci rimbalza in faccia, più o meno dolorosamente… veramente, che tristezza .___.

    Rispondi
  2. Il problema è che succede talmente spesso che certe cose si arriva a non notarle e passarle per “normali”…

    Rispondi
  3. “ragazze a cui piace credersi sposate a Zach Braff di Scrubs ”
    ahahahah! A me piace credermi sposato a Elliot! 🙂

    “Ricordate, lo scopo del femminismo non è creare un tipo di donna. L’idea che esistano tipi di donna intrinsecamente sbagliati o giusti è ciò che ha rovinato il femminismo”

    Sono d’accordo

    Rispondi
  4. Pingback: Alle radici del Maschilismo 6 – Ciò che è “femminile” | La Zitella Felice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: