Feed RSS

I “bersagli” sbagliati.

E’ dura riprendersi dopo un week end così disastroso, quando tutto sembra un po’ inutile. Eppure – per chi rimane a piangere – c’è un dovere morale: vivere. E non solo: vivere intensamente. Per questo oggi riprendo con un caro vecchio post polemico, che magari non aggiunge leggerezza al blog, ma almeno è sentito.

Duuunque ho avuto il primo flash per un articolo come questo alcuni mesi fa, quando ho letto sul giornale una notizia di gossip apparentemente innocua : in un paesino vicino a Brescia una ragazza molto esibizionista ha risollevato le sorti del proprio bar servendo i cocktails praticamente nuda. Ha avuto un grandissimo successo tra gli sbavazzanti maschietti del luogo e dei dintorni e scatenato, perciò, le ire delle loro mogli, fidanzate e – così dice l’articolo – delle zitelle della città. (A parte che non capisco perché le zitelle dovrebbero risentirsi, ma andiamo avanti.)

Non ci avevo più pensato finché non mi è capitato di leggere un paio di articoli sulla solita Belen, la quale ha smollato Corona e si è messa con un certo Stefano che fa il ballerino e che prima stava – udite udite – con Emma Nonèlinferno Marrone. Eh lo so, dopo beviamo tutti un po’ di camomilla per dormire meglio…

La stampa si è schierata con la “brava ragazza” Emma contro la “ruba-maschi” Belen, non seguo le trasmissioni in cui partecipano, ma ho letto che la showgirl argentina è stata ripetutamente fischiata e contestata dal pubblico, nonché abbastanza dileggiata dai colleghi con insinuazioni nemmeno troppo leggere.

Infine, mi capitava qualche giorno fa di leggere sulla versione cartacea di “Vanity Fair” un articolo di Gad Lerner che difendeva Nicole Minetti. Sì, avete letto bene e se non ci credete eccolo qui, direttamente dal suo blog.

Sono solo tre esempi, ma potrei citarne molti altri, a partire da Adamo, Eva e la Mela.

C’è un fattore che accomuna tutti e tre questi casi, ovvero sono arcisicura che nel 90% delle volte il primo pensiero che viene in mente ai lettori, ma quel che è peggio alle LETTRICI, è:“Che grandissima zocc…” all’indirizzo delle tre protagoniste delle vicende.

E’ grave, signore e signori.

E’ grave per un motivo molto semplice: si dimentica completamente la RESPONSABILITA’ MASCHILE  in tutto questo.

Qualche esempio stupido che può capitare nella vita reale:

1) il mio fidanzato (immaginario eh, sono o non sono zitella?) va al night con gli amici, a sbavare sulle donne nude. Io con chi dovrei prendermela?

a)      con le ragazze ignude e peccatrici che fanno il loro lavoro tentandolo satanicamente.

b)      Con LUI perché è irrispettoso nei miei confronti, perché così dimostra che io non gli basto, perché deve mostrare di essere uomo assistendo a spettacoli per cui deve PAGARE l’illusione di…di…cosa? Di un po’ di intimità con una che ha le tette un po’ più grosse delle mie e che al 99% lo considera niente più che uno sfigato? (cosa che – da questo momento – penso anche io?)

Se avete risposto a) fatevi delle domande.

2) Se mio marito mi tradisce è colpa della donna che ha incontrato O SUA, dato che è LUI che mi ha promesso fedeltà davanti a Dio e agli uomini?

Molti mi diranno che l’Altra Donna poteva pensarci prima, quando ha saputo di avere a che fare con un uomo sposato. Certo, poteva. Ma SE NON FREGA A COLUI CHE MI HA SPOSATA, come posso pretendere che importi ad una che verosimilmente non mi conosce?

E’ ora di finirla di considerare gli uomini incapaci di intendere e di volere davanti ad un corpo femminile apparentemente disponibile. E’ ora di smettere di sollevarli dalla responsabilità, additando le Altre come le streghe tentatrici. Chi non vuole cadere in tentazione resiste, non ci sono storie. Quando succede c’è una precisa volontà alla base.

Quindi non dimentichiamoci dei mariti del “bar bresciano”, degli Stefani, dei vecchi ricconi e in generale di tutti coloro che sfruttano la prostituzione. Non dimentichiamo le loro responsabilità di fronte ai fatti. E, se deve esserci un giudizio morale, per una volta chiariamo che loro non sono poveri innocenti caduti nella Trappola.

Quindi come fare, all’atto pratico, se scopro che il “mio fidanzato” è cedevole alle tentazioni?

Ragazze, spero di non dovervelo dire io: UN CALCIO BEN ASSESTATO NEL SEDERE e andate a cercare qualcuno di meglio!

»

  1. il mondo E’ storto, a cominciare dalla pretesa che un uomo e una donna possano bastarsi a vicenda per tutta la vita.
    la colpa, se così vogliamo chiamarla, di una rottura può essere da entrambe le parti e non c’entra la poca maturità dell’uno o dell’altra. ci ostiniamo ad essere monogami, quando la nostra natura ci spingerebbe altrove.
    molti di noi grazie a grande forza di volontà, rispetto, dedizione e spirito di sacrificio ce la fanno e resistono, altri si accorgono che forse, a conti fatti, il gioco non vale la candela…

    Rispondi
    • Non capisco molto cosa il tuo pensiero c’entri con l’argomento dell’articolo, che secondo me parlava di un’altra cosa, ma non te la prendere se non lo condivido.
      Sulla, secondo te malriposta, pretesa di essere monogami molti ci investono la vita intera, e se ad alcuni va male si spera che non sia così per tutti.
      Nelle varie forze che hai citato e che permettono a due persone di farcela e restare insieme hai dimenticato l’amore, la più importante di tutte.
      Se poi ci si dice che siamo fatti per essere promiscui….ecco la scusa pronta se le cose vanno male! Eh no, scusami ma così è troppo facile.

      Senza rancore.^_-

      Rispondi
  2. Da te non mi sarei aspettata – onestamente – un commento del genere.
    Finché c’è amore, io penso che siamo monogami, eccome. Mentre non saper amare rende tutti assai più inclini al tradimento. Comunque, non tutti nasciamo “imparati” e purtroppo non sempre tutto va per il verso giusto. Alla fine l’importante è capire la propria inclinazione. Solo, almeno, non nascondiamoci dietro stupidaggini tipo “siamo fatti per cambiare tanti partners…”. L’immaturità c’entra eccome. Anzi, direi proprio che è SOLO questione di immaturità. 😉

    Rispondi
  3. è un circolo vizioso: la maturità avviene attraverso l’esperienza, l’esperienza la fai vivendo situazioni molteplici, da qui (nel caso specifico) la necessità di cambiare tanti partners e la conseguente accusa di immaturità.
    in definitiva, il “finchè c’è amore siamo monogami” può essere una verità inattaccabile e con la quale io stesso concordo al 100%, peccato che la condizione finisca per essere drammaticamente temporanea per almeno uno dei componenti della coppia. e quando succede le strade sono due, sacrificio o libertà. e il mondo continua ad essere storto, perchè in entrambi casi ci si starà male.

    Rispondi
  4. Mi considero un romanticone (penso addirittura che l’amore eterno per quanto raro e difficile non sia impossibile), anche a me piace pensare che finchè c’è l’amore si è “naturalmente” monogami e non si cede alle tentazioni di solito è così ma non sempre è così facile..a volte si può tradire pur amando il coniuge..bisogna valutare caso per caso. D’accordissimo nel considerare le persone in linea di principio responsabili dei loro comportamenti

    Rispondi
  5. No, io tradimento e amore non li metterei MAI nella stessa frase…
    ma non capisco perché abbiamo spostato il tema del topic. 🙂 Che c’entra il tradimento col fatto che gli uomini non si prendono responsabilità manco a morire??? 😀

    Rispondi
  6. … oddio, la Minetti è un caso un po’ a parte, visto che le sue prestazioni le stiamo pagando noi xD … e rido per non piangere.
    Per il resto, d’accordissimo con te.

    Rispondi
    • Non la trovo un caso tanto “a parte”…perchè CHI la pagava con i NOSTRI soldi sono color a cui si attribuisce ben poca responsabilità nella faccenda, in quanto “è lei la tentatrice, quella che si mette gli abiti provocanti ed i travestimenti sexy, che si impegna a regolare il giro di ragazze…”. Ok, lei è una figura orrenda. Ma quelli che l’hanno stipendiata??? Parliamone.

      Rispondi
  7. Povero Stefano. Costretto da Belen a stare con lei..rapito e sicuramente rinchiuso da qualche parte, magari torturato dalla suddetta con tacchi a spillo e frustino, finché ha rinnegato la sua adorata Emma per scegliere Lei.
    Sono sventure anche queste…
    altroché…

    😛

    Rispondi
  8. Pingback: Tradimiiieeentooooooo!!! « La Zitella Felice

  9. Grazie, grazie, grazie e ancora grazie! Allora non sono l’unica a pensarla così! Giuro, sono commossa!
    V

    PS: che, calcio nel sedere? Una bella ginocchiata al basso ventre, altroché!

    Rispondi
  10. La penso come te, Zitella. Sempre le responsabilità alle donne. L’altro giorno ho discusso su fb con un mio ex compagno di università che ha esordito dicendo: “tu che vai in giro mezza nuda, non ti lamentare se poi ti violentano, stella”. Ha aggiunto proprio quel “stella” finale che mi ha fatto partire l’embolo. Insomma, a parte il discorso becero e senza connessione con la realtà, secondo il quale i vestiti provocano le reazioni, ma – come al solito – si colpevolizza chi non ha colpe e si assolve chi ne ha, cioè l’uomo. Incapace di frenare i propri istinti (da maniaco e da criminale!) davanti alla pelle scoperta. Nel post è intervenuto poi un amico del suddetto, cercando di difenderlo. Dopo alcuni scambi di post al vetriolo, il tipo ha smesso di scrivere dicendo: “XXXX, ho provato a fare una difesa d’ufficio. Ora però ti tocca patteggiare, io mi defilo”. Della serie: i deficienti diventano inevitabilmente amici tra loro.
    Sono stanca di questa mancata riconoscenza della responsabilità degli uomini, persino nel caso delle ragazzine di Roma coinvolte nel giro di prostituzione, ho sentito parecchie persone dire che loro “se la sono cercata”. Loro, che di anni ne hanno 14 e sui pedofili – perché così dovrebbero essere chiamati- che le hanno sfruttate, non si spende una parola per condannarli. Anzi, li si tratta da semplici “clienti”. Certo, poverini, sono stati adescati da queste giovani e fameliche ragazze che avevano poco più, o meno, l’età delle loro figlie.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: