Feed RSS

E’ una malattia seria(l)!

I primi sintomi si manifestano, di solito, in giovine età e non sono particolarmente preoccupanti. Una puntata di Buffy qua, un episodio di Streghe là…alla fine che male c’è, sì, ormai ci ho vent’anni, ma cosa vuoi che sia, sì queste scacciano i demoni con la formuletta, quell’altra ammazza i vampiri, poi c’è quel figo di Spike…ma io smetto quando voglio.

Ecco, è questa la frase campanello d’allarme, che di solito si accompagna alla più matura: “E’ che i film sono quelli di trent’anni fa, Pretty Woman l’ho visto novanta volte…”

E ti ritrovi, a trent’eppassa, con una TV che ormai è un oggetto di antiquariato, che se non fosse per i tuoi genitori rimarrebbe spento for ever, mentre tu fai la radical-chic-snob-vip dichiarando: “Non guardo più la televisione, figuriamoci.” …e poi sotto sotto ti scofani una decina di serial americani.

 Voi ci scherzate, ma è una sorta di dipendenza.

In principio, dunque, fu Buffy L’Ammazzavampiri. Il fiume non sarebbe esondato dalle tranquille sponde di Italia Uno (orari improbabili e censure insostenibili), se la mia SuperAmica – che per onor di privacy chiamerò SuperAmica – non mi avesse regalato OPS tutte e sette le serie in DVD.

Questa è istigazione a delinquere, capito?

E se fosse finita lì.

Dopo Buffy è arrivato per posta Smallville. E a me Superman aveva sempre fatto ‘bastanza schifo, se non fosse che lì c’è pieno di bonazzi inauditi personaggi interessanti, tanto è vero che – guarda un po’ – oggi mi ritrovo con il nick name che si riferisce a Lois Lane. E per me Lois Lane sarà sempre Erica Durance, bellissima e simpaticissima (perché diciamolo, le Lois fumettistiche e cinematografiche stanno sulle palle a tutti).

Comunque, è dopo Smallville chela SuperAmica si è trasformata in SuperPusher. Il contagio è dilagato tanto che – per farla breve – mi ritrovo a seguire (in contemporanea con gli USA, sia chiaro, che in Italia i tempi sono biblici):

– SUPERNATURAL: il telefilm più bello di tutti i tempi, un mix di horror, avventura, mitologie varie, angeli, demoni e fighi da paura.

– THE VAMPIRE DIARIES: una vera sorpresa, per me che odio Twilight con una certa passione. Non che non sia a tematica adolescente, ma devo dire che gli sceneggiatori hanno sempre avuto la capacità di colpire il pubblico puntata dopo puntata con grandissime svolte di trama. E poi, per vivere a Mystic Falls ci vuole chiaramente il patentino di Fighezza Pazzesca.

.- TRUE BLOOD: vedi sopra (Patentino di Fighezza annesso), ma con tematiche più adulte e uno stile meno patinato. Adorabile. E il Licantropo della situazione (c’è sempre un licantropo nelle storie di vampiri!) fa veramente ululare.

– ONCE UPON A TIME: una bellissima sorpresa, questa produzione che arriva dagli sceneggiatori di Lost e che vede i personaggi delle fiabe intrappolati nella nostra grigia realtà. Infatti, sta scalando rapidamente molte posizioni della mia personale classifica.

– RINGER: è tra i pochi telefilm a tematica non soprannaturale che seguo (e che io mi annoio con dottori e poliziotti), ma devo dire che mi tiene incollata allo schermo. E’ la storia di una donna arrivata sul fondo del barile che, per fuggire alla sorte, prende il posto della ricca gemella, che crede morta. Un susseguirsi di colpi di scena elettrizzante. Anche se temo che la serie non verrà rinnovata perché gli americani sono uno strano popolo e preferiscono Jersey Shore.

– A GAME OF THRONES: un telefilm sorprendente, si direbbe che sia stato utilizzato un dispiegamento di mezzi hollywoodiani per portare sul piccolo schermo la saga letteraria creata da George R. Martin. Non ho letto ancora i libri, ma ho già capito una cosa: Ogni volta che chiedi al signor Martin quando finirà la serie lui ammazza uno Stark. Salva uno Stark: stai zitto!

– MISFITS: gli antieroi. Un telefilm politicamente scorretto, molto british (è l’unico non americano che seguo), decisamente divertente.

– THE SECRET CIRCLE: siccome sono orfana di “Charmed”, mi sparo anche questo, nei tempi morti. Non è il mio preferito, ma devo dire che un po’ di streghitudine manca sempre, quindi le avventure di Cassie Blake fanno a caso nostro. Cole Turner, però, era un’altra cosa.

-THE BIG BANG THEORY: scoperta recente (diciamo che è da quando ho smesso di vedere il Super Nerd. Forse è compensazione, ma l’ho sostituito con Sheldon Cooper. Chissà cosa direbbe Freud), ma spassosissima. Essendo una sit com è l’ideale da vedere prima di andare a nanna: dura solo 20 minuti per episodio e mette decisamente allegria.

Ora, rileggendo l’elenco (che non è completo, perché non vi voglio spaventare troppo) vi farete una domanda che anche io mi pongo: ma quando cavolo li guardo tutti sti telefilm, visto che la mia vita sociale non sarà spumeggiante ma è assolutamente normale?

La risposta è un grosso BOH. Forse, senza accorgermene, sono sonnambula e li guardo di notte. Di sicuro so che sono un passatempo piacevolissimo, spesso meno stancante dei libri e dopo una giornata di lavoro è bellissimo staccare un po’ dalla realtà e vivere qualche avventura sulle ali della fantasia più sfrenata.

»

  1. Stai parlando con una che, negli anni, non si è mai e dico MAI persa UNA sola replica di Streghe – a meno che non le facessero a notte fonda o al mattino presto. E ora lo sto riseguendo TUTTO daccapo, piangendo a OGNI singola puntata, in qualsiasi scena praticamente.
    Nell’episodio finale della terza stagione non ti dico quante lacrime ho versato °_°

    E dopo la fissa per Prison Break – di cui mi hanno regalato tutti i cofanetti originali *sbava* – ora sono in loop psicopatico per Doctor Who. Seguimi anche tu in quest’avventura! Moriremo insieme per il Dottore!

    Rispondi
  2. AHAH!!!! Smetto quando voglio AHAH!!!!
    Per vuoi smettere? Io no 😉
    Comunque se hai voglia di un po’ di horror serio, di quelli che fanno paura, guarda America Horror Story… chi ha bisogno di dormire dopotutto?

    Rispondi
  3. Un altro? ma hai visto quanti ne guardo? Cioè…non ce la faccio fisicamente (e fu così che si ritrovava alla SETTIMA SERIE, come al solito…;) )

    Rispondi
  4. [quote]vi farete una domanda che anche io mi pongo: ma quando cavolo li guardo tutti sti telefilm, visto che la mia vita sociale non sarà spumeggiante ma è assolutamente normale?[/quote]

    E’ una domanda che mi pongo anche io, a volte, che seguo tutti quelli sopra (e anche di più) e avrei in ordine sparso un Lavoro, un Bimbo piccolo e una casa.
    La risposta non ce l’ho neanche io e quindi sono probabilmente una vera drogata. Che finge di non farsi di nulla, di stare benissimo ma sotto sotto..senza quello non può vivere.

    La superAmica

    Rispondi
    • Beh, io ci provo a farti mantenere l’anonimato, ma visto che ti sei firmata: caaariii ragazziii e caaareee ragazzeeee, la mia dipendenza è tutta colpa di questa Donna quaaaaaaaa! 😀

      …GRAZIE!!!

      Rispondi
  5. ultimamente la mia droga si chiama Spartacus blood & sand preceduta e accompagnata da dosi massicce di scrubs, how i met your mother e sì lo confesso pure one tree hill.
    Tra le serie che hai citato conosco bene e ho amato Streghe, Buffy e The big bang theory (dove ho ritrovato due vecchie conoscenze di Pappa e ciccia: johnny Galecky che è Leonard e Sara Gilbert che è Leslie Winkle ed era Darlene Conner in Pappa e Ciccia). Sono felice di condividere la mia dipendenza con te. Lois/Erica piace parecchio anche a me

    Rispondi
  6. aggiungo anche Desperate Housewifes, Dexter e United States of Tara ( di queste però ho seguito per intero solo le prime stagioni, devo rifarmi coi cofanetti). Ovviamente non posso dimenticare Dr House, Law & Order con spin-off varii, The Practice-professione avvocati, NCIS..e nel mio recente passato c’è pure Ally McBeal…vabbè mi fermo qua! è che adoro parlarne!

    Rispondi
  7. E non sei il solo, Paolo, anzi…non siamo soli…questo post (che – lo ammetto – non dice niente di nuovo – ha avuto più di 300 contatti oggi…! Io come ti dicevo, con medici e poliziotti mi annoio. Forse potrei tentare DEXTER, tra quelli che hai citato, ma sono impressionabile…

    Rispondi
  8. Buffy è un CULT! Ma The Vampire Diaries è troppo bellooooo!!! *____*
    io ho altri gusti, un pò più sentimentali.. guardavo anch’io Smallville ma poi l’ho mollato, troppo lungo..

    Rispondi
    • Ma sai che a me Smallville ha iniziato a piacere dalla…uhm…diciamo 5° serie? (praticamente quando è arrivata Lois è quando è comparso quel figo inverecondo di Jensen Ackles). Quando Lagna Lang se ne va, poi è una goduria…e le ultime due serie sono state splendide. Buffy è nel mio cuore da sempre. E in quanto a TVD, sono onesta: ho iniziato a seguirlo per i begli occhi di ian Somerhalder, ma poi mi sono appassionata. 😀

      Rispondi
      • no smallville odio profondo.. streghe dopo che è morta Prue è diventato quasi comico.. The Vampire Diaries per adesso non delude. tra i nuovi mi han un pò deluso Glee perchè ha sempre una morale noiosa, troppo buonista, tipica degli americani. I miei vecchi Buffy, Dawson’s Creek e Roswell non li batterà mai nessuno n___n

  9. Ma..hai mai visto SUPERNATURAL??? *sopraccigl-sopraccigl*

    Rispondi
  10. ti consiglio WEEDS, serie fantastica!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: