Feed RSS

Il cadavere e il sofà, di Tony Sandoval

Ci risiamo.

Non sono passati dieci giorni che ci sono ricascata. Ero lì nella famosa FumetteriainviaGramsci ed avevo allungato la manina verso l’ultimo numero di Saint Seiya – Lost Canvas (praticamente è una serie “spin off” dei Cavalieri dello Zodiaco e se non sapete chi erano i Cavalieri dello Zodiaco andate a vergognarvi altrove, perché io sul mio blog non vi ci voglio piùùù!), quando ho sentito alle mie spalle uno struuusc struuusc sospetto. E il Serpente – ovvero Colui-che-etc.etc.- era già pronto con la nuova tentazione.

In mezzo secondo i Cavalieri erano tornati sul loro scaffale e io avevo nella borsa “Il cadavere e il sofà”, una graphic novel dal titolo non troppo invitante, ma che vi sorprenderà per la sua delicatezza e genialità.

Prendete “Stand By Me” ed aggiungeteci un pizzico di Tim Burton (ma proprio un pizzico) più una spruzzatina di atmosfera gaimaniana (eh eh, uno dei personaggi ha un poster di Death in camera, notatelo!): otterrete con una certa precisione l’atmosfera che si respira tra le pagine del bel lavoro di Tony Sandoval, messicano che qualcuno di noi ha già visto come collaboratore in un volume di “30 Giorni di Notte”.

Siamo nella cittadina di Esperanza, un luogo che possiamo immaginare nel cuore del Messico. E’ un estate caldissima e solitaria per Polo, un ragazzino timido e bislacco a cui piace osservare ogni minimo particolare. In uno dei suoi afosi e interminabili pomeriggi trascorsi a vagabondare, Polo si rende conto che quella è un’estate ancora più strana del solito, perché la paura serpeggia in paese, a causa della recente scomparsa del coetaneo Christian, il quale sembra essersi volatilizzato. Mentre riflette sulle circostanze, appare accanto a lui – quasi dal nulla – Sophie, ragazzina dark e bellissima, che fin dal primo sguardo riesce a far breccia nel suo cuore.

Hai mai pensato come i difetti rendano le cose più interessanti?

Con questa frase, i due ragazzi sembrano ritrovarsi sulla stessa lunghezza d’onda, quella di un’adolescenza malinconica ed un po’ freak che li porta ad avvicinarsi sempre più finché – proprio sul divano di casa di Sophie – imparano a conoscere anche l’amore.

Il divano, poi, assume un posto preponderante nella loro esperienza poiché è appartenuto ad Ana, una coetanea legata in qualche modo a Christian e alla sua misteriosa scomparsa…

Non vi svelo di più, perché temo di rovinarvi il gusto della lettura. Posso dire però che la storia si dipana in modo abbastanza intricato da essere avvincente e scorre sul filo del soprannaturale senza mai cadervi. La qualità delle illustrazioni è molto buona, i disegni sono accattivanti perché recano in sé sia elementi teneri (i personaggi sembrano molto “bambini”) che spunti dark, a tratti spaventosi. La colorazione accurata e la carta patinata, comunque, svolgono bene la loro funzione.

I temi trattati – l’amore e la morte – non sono scontati come sembrano, perché sono declinati nelle sfumature della violenza, del bullismo, ma anche della delicatezza di un amore che dura il tempo di un’estate e che non potrà mai essere più intenso di così. Le scene in cui Sophie, sul divano, tenta di avvicinarsi a Polo con il piedino sono meravigliose e da sole contengono un universo di emozione: quella che si prova da ragazzini, quando si è inesperti e curiosi e si sente che in un bacio può esserci tutto ed il contrario di tutto.

Quindi, caro il mio Colui-che-etc-etc. anche stavolta hai fatto centro. Il mio portafoglio non ti vuole bene, ma io sì! 🙂

»

  1. colui-che-ecc-ecc-ecc

    Ecco. Dopo questo uno-due di clamorosi successi, mi scatta un pò di ansia da prestazione… comunque, saprò confermare questo trend positivo, non appena avrai calmato le ire del portafogli…

    Rispondi
  2. Il portafogli mi sta ancora guardando male. Sai com’è, noi precari…però accetterò volentieri le sfide future, anche se mi sa che le perderò tutte perché mi sembra che tu abbia azzeccato i miei gusti! 🙂

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: