Feed RSS

Lipperalara

Devo fare un paio di premesse, per chi non mi conosce affatto:

Premessa Uno: mi sono sempre interessata di lettura e scrittura e dai tempi in cui elfeggiavo su Liblog ho avuto anche occasione di avere qualche scambio con autori pubblicati. Niente più che conoscenze superficiali e telematiche, ma con alcuni diciamo che il contatto è stato costante (Lara Manni è uno di questi contatti).

Premessa Due: so che arrivo tardi, tardissimo. E che questo post, oltre ad essere un po’ inutile, potrebbe far ridere i polli, ma me ne sbatto allegramente i cosiddetti, dato che quando ieri ho letto gli articoli alla base dello scandalo di cui sto per parlarvi non sapevo se ridere o piangere. Per di più le due autrici coinvolte mi piacciono moltissimo entrambe, quindi perché non fare loro ancora un po’ di pubblicità gratuita?

Dunque ieri stavo allegramente sguazzando in rete, quando incappo in alcuni commenti su Facebook che mi portano ad un articolo velenosissimo su un noto sito di critica letteraria (che non nomino neanche, perché a loro NO, non voglio fare pubblicità!). In tale articolo si denuncia che Loredana Lipperini e Lara Manni sono in realtà  una sola persona e che la prima – in poche parole – si sarebbe più volte auto segnalata ed autorecensita (???). Segue promessa di “prove schiaccianti” che non sono ancora arrivate.

Ci avete capito qualcosa? Io sì. L’autore dell’articolo, non più tardi di due settimane fa, era stato citato in entrambi i blog delle due scrittrici perché si è trovato al centro di uno scandalo a sfondo erotico (una denuncia per una presunta minaccia, nei confronti di un’aspirante collaboratrice, di diffondere foto compromettenti). Per questo fatto sia Lara che Loredana ne avevano pesantemente criticato l’atteggiamento (indipendentemente dall’innocenza, dato che i giornali non avevano mai dato voce alla ragazza parte in causa). Questo è quanto. Solo a me questo attacco tardivo sembra un tentativo di discredito?

Dopodiché, io non ho mai visto Lara Manni in faccia (o forse sì, in rete c’è una fotografia ma non c’è conferma che sia effettivamente sua) e non ho mai sentito la sua voce, tuttavia non faccio fatica a pensare che lei, semplicemente, sia una ragazza riservatissima. Non è che tutti quelli che scrivono devono voler apparire per forza sotto i riflettori.

Ma ci sono anche altre osservazioni: prima di tutto – a quanto mi risulta (ed ho cercato abbastanza bene) non ci sono recensioni firmate dalla signora Lipperini su testi di Lara Manni. Compare appena una segnalazione dell’uscita di “Esbat”, ma di sicuro Lara non ha ricevuto trattamenti speciali (anzi). Quindi l’accusa principale di “malafede” crolla del tutto.

Inoltre, tanto per fare qualche chiacchiera da bar:

– mi sembra un po’ strano che una giornalista impegnata come la Lipperini trovi il tempo di: gestire ben due blog, registrarsi su EFP e scrivere fan fictions, partecipare a forum su cartoni animati giapponesi tipo Inuyasha.

– mi risulta anche un po’ difficile credere che una cinquanteppassenne si “innamori” di Sesshomaru e basi su di lui una trilogia. L’avesse fatto sarebbe un mito, altro che critiche!

– mi sembra assurdo che un’autrice già affermata si inventi una nuova identità per…per cosa? Provare il brivido di ricominciare da capo? Tentare la fortuna nei panni di un’esordiente? Farsi prendere a pesci in faccia dagli editori che- come è noto – sono coooooosì gentili con gli sconosciuti? Cinebrivido!

– La questione del silenzio. Laddove entrambe si sono dimostrate molto battagliere per altre questioni, in questo caso tutte e due hanno deciso di tacere (almeno finora). Ebbene: se il lavoro di una delle due fosse meno che dignitoso allora forse sarebbe il caso di offendersi e protestare, ma trattandosi di due autrici bravissime ciascuna nel proprio campo non vedo proprio perché una delle due dovrebbe dare la soddisfazione di lagnarsi e, anzi, nei loro panni anche io alimenterei il mistero. D’altronde la pubblicità non è l’anima del commercio, compreso quello dei libri?

»

  1. Sai perché così tanta gente è sollazzata all’idea che Lara e Loredana siano la stessa persona? Pensare che Lara possa non essere una fortunata esordiente contattata su EFP – Lara scrive su EFP dal 2006, eh, non da ieri – da un agente letterario fa sperare i tanti incapaci che ogni giorno si arrabattano su FB dicendo “io sono bbbravo, bbbello, scrivo bbbbene ma non mi calcola nessuno perché non sono raccomandato”.
    Questa cosa li manderebbe in delirio, sarebbero felicissimi. Peccato per loro che possano solo attaccarsi a un tram 😀

    Rispondi
    • Guarda, so bene di aver scritto un articolo un po’ inutile (capitan ovvio!), ma ci tenevo a dire la mia opinione perché le seguo entrambe. Oltretutto mi sembra un’operazione volta a screditare partita da qualcuno che si è sentito piccato per tutt’altra questione.
      Epic fail.

      Rispondi
      • No no, il tuo articolo è molto più utile e sensato di tutti quelli usciti in rete in questi giorni, commenti inclusi… Anche io seguo entrambe da anni, ed entrambe le stimo. Il tentativo di discredito è evidente, specie da parte dei millemila commentatori che ce l’hanno con l’una o con l’altra per motivi vari. Occasione ghiotta per spalare fango, come al solito (il mio status FB non era casuale :D), ma per quanto mi riguarda il fango se lo merita solo ed esclusivamente chi il fango lo sta lanciando.

  2. Ebbene, le cose vengono a galla! Cara MissLoisLane, adesso ci sono le prove. Sulla prima edizione di Esbat, sai chi è indicata come autrice? Una certa Lipperini Lor! Ecco perché le parole di Ayame, che si sta dando un gran daffare per mettere tutto a tacere, crollano! Lara Manni esordiente in Feltrinelli? E ci credo! È la Lipperini! Ti lascio il link della foto del bollino: http://img16.imageshack.us/img16/1231/dscn1515vp.jpg
    Saluti!

    Rispondi
  3. Spero che per correttezza nei confronti del dibattito vorrai pubblicare il mio commento. Grazie.

    Rispondi
  4. Da qualche altra parte mi stanno cancellando tutti i commenti. Ti ringrazio, comunque!

    Rispondi
  5. Pingback: -

    • Boh, per me è ininfluente. Mi fa sorridere l’accanimento, ma un bollino SIAE messo sul nulla per me non fa primavera…nel senso che temo moooolto le photoshoppate. Comunque, che Lara non ci sia mi spiacerebbe perchè ero affezionata al personaggio. Letterariamente non cambia nulla e di sicuro la Lipperini non ha commesso alcun reato.

      Rispondi
  6. Che ne pensi di questo link?
    Qui Lipperini cita Manni, dicendo
    Gente è uscito un bel libro! Ottimo, il libro è di tale Lara Manni.
    Finalmente anche in Italia ecc ecc.
    http://loredanalipperini.blog.kataweb.it/lipperatura/tag/lara-manni/

    Tutto ok?
    Sì, se Lipperini non è Manni, perché se lo fosse sarebbe alquanto di cattivo gusto.
    In pratica una famosa giornalista di Repubblica recensisce se stessa…
    Non aggiungo altro

    Rispondi
    • Io non vedo nessuna recensione, semmai una segnalazione come la Lippe ha fatto per decine e decine di altri, che di sicuro non sono lei. Se Lara non esiste, esiste Loredana, a me piacciono “entrambe”, perciò non mi sento defraudata di nulla. Il male c’è dove lo si vuol vedere, secondo me. 🙂

      Rispondi
  7. Guarda ti lascio questo link
    http://lucioangelini.wordpress.com/2012/03/15/loredana-lipperini-presa-a-serinate/#comment-9142
    qui in fondo alla pagina Luan va nel dettaglio e analizza la recensione, i commenti di Lipperini, Lara Manni che “risponde” e ringrazia.
    A quanto pare stiamo parlando della stessa persona che recensisce se stessa, la recensita (cioè lei stessa) ringrazia della recensione!??

    Ma stiamo scherzando? Secondo te è giusto che uno recensisca se stesso (non dicendolo???)
    E’ giusto costruire articoli e commenti?
    Ora vorrei condurti nel nocciolo della questione: Lipperino si è costruita un’immagine di paladina degli esordienti, a favore di un’editoria trasparente (battaglie legittime)
    Ma chi fa queste battaglie non dovrebbe dare l’esempio?
    perche non impariamo ad arrabbiarci anche per queste cose?
    E’ importante, secondo me…
    Cmq CIAO!

    Rispondi
    • Appunto, è importante….SECONDO TE. Secondo me non tanto. Io non mi sento presa in giro, ci sono stati decine di eteronimi nella storia della letteratura e nessuno si è mai sognato di scatenare polveroni. So che la Lippe è un personaggio scomodo per tanti, questo “scandalo” mi sa tanto di rivalsa. Se ci tieni arrabbiati tu, io penso di aver di meglio da fare. Non significa che non stia attenta alla questione, ma farmici su del sangue marcio…proprio no!

      Rispondi
  8. Aspetta un po’
    Tu dici eteronimo: cioè opera firmata con nome diverso da quello dell’autore
    Ma mica è questo il problema.
    IL PROBLEMA E’ CHE LIPPERINI PUBBLICANDO CON PSEUDONIMO (se così è)
    recensisce se stessa con la sua firma da giornalista.

    Io non l’ho mai sentita questa cosa.
    Il problema dunque è che in genere un giornalista che pubblica non recensisce se stesso
    in questo caso addirittura recensisce se stessa senza dirlo
    (??)
    Io sto molto tranquillo e non so nemmeno bene chi è questa lipperini, so che è giornalista di Repubblica e secondo me dovrebbe fare delle scuse pubbliche.

    Rispondi
  9. Il mio commento dove facevo una precisazione è stato censurato?

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: