Feed RSS

L’odore della Benzina

Non bevo e non fumo. La cosa, che a 15 anni mi creava imbarazzo perché ero etichettata come “quella noiosa”, oppure “quella perbenino”, oggi mi riempie di orgoglio. C’è anche un altro motivo per cui  sono contenta di non aver mai ceduto: è che –per le cose che mi piacciono – io divento dipendente.

E su tutte, ce n’è una che rischia di diventare causa di vera preoccupazione: la mia smodata, sfrenata passione per… l’odore della benzina.

Un lunedì sera qualunque. Distributore deserto. Cielo stellato.

Mi appropinquo conla Clioverso casa, ma prima devo dare da bere alla mia Piccola. Data l’ora, Self Service. E già lì mi prende un moto di gioia. Il che non è normale, concordate?

Caccio dentro le banconote, seleziono la pompa n. 3 e…FZZZZZZZZZZ! Suono celestiale! Le mie narici cominciano a fremere, nemmeno fossi un coniglietto della Birmania Sud-Orientale.

Se è una giornata fortunata, il venticello mi porta l’adorato effluvio. Mille note di idrocarburi che mi fanno venire addirittura un po’ di acquolina ( lo so, lo so che non si può bere!).

Se ho scalogna sono contro vento e non si sente niente e allora non mi perdo d’animo, mi guardo intorno e…mi attacco al collo del serbatoio ispirando a pieni polmoni e ignorando la vocetta di mia madre che dice “Ti fa maleeeeeeeeee!”

Bisogna pur morire di qualcosa.

Ultimamente, poi, ho toccato il fondo. Finita l’erogazione – sempre dopo essermi accertata che nessuno mi stia spiando – tiro fuori dalla tasca un fazzoletto di carta su cui lascio cadere l’ultima goccia del prezioso nettare. Così – almeno in teoria – ne posso sniffare un pochino mentre vado a casa. I bambini delle favelas che si fanno di colla a me mi fanno un baffo, mi fanno.

Il mio sogno è che l’odore della benzina non faccia male, che ne traggano una fragranza da uomo o un arbre magique…insomma, che io possa annusarlo senza timori o sensi di colpa in eternooo…!

Ma la dura realtà è un’altra.

Ed è che – a parte il fatto che il celestiale profumo è cancerogeno – non posso nemmeno soddisfare la mia cieca pulsione mettendo un po’ di liquido dentro una bottiglietta da aprire e sniffare alla bisogna. Perché…beh, perché costa.

Secondo i dati forniti da QUESTO SITO, la benzina costa – ad oggi – 1,812 Euro al litro. Più di un litro di latte. Più di un Kg di pane. Ma la cosa di cui più sentiamo la mancanza è che ci venga detto DA DOVE DERIVANO questi costi allucinanti. A me non basta la spiegazione “hanno aumentato le accise”. Voglio proprio capire perché in Svizzera per fare il pieno alla macchina potrei spendere la metà. E’ o non è in crisi tutta l’Europa?

Se va avanti così finirà che anche la mia auto – per quanto riguarda la benzina – dovrà accontentarsi dell’odore.

»

  1. Ma sai che la prima parte del post avrei potuto scriverlo io?! Non bevo, non fumo e probabilmente non lo faccio perché se cominciassi e mi piacesse… sarebbe un dramma, perché anche io sono una “dipendente”!!
    E anche a me piace l’odore della benzina, solo non ai tuoi livelli..! 😉
    Quella cosa dello sniffare però lo faccio con il pacchetto del caffé vuoto. Caffè che io neanche bevo, per inciso! 😉

    Rispondi
    • Io adoooooro anche il caffè! 😀 Per quanto riguarda la benzina, mi rendo conto di essere a livelli patologici. Ma mai quanto mia madre, che ho sorpreso più e più volte a sniffare di nascosto il Vicks Vaporub!
      Buon sangue non mente… 😀

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: